Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

29 Ottobre 2020

società

Il politico conservatore – Uomo e donna: avvicinamento o allontanamento?

I pericoli del Ddl Zan e delle nuove tecnologie riproduttive. L’esperienza sociatrica di circa 200 casi di rapporti di coppia e familiari, condotti anche attraverso l’associazione “Educhiamo Insieme”, ente di servizi preventivi all’iter di scioglimento di unioni matrimoniali, operativa nel centro-nord, ha donato una base clinica ad alcuni elementi di fondo del rapporto uomo-donna, su

Si muore anche senza lavoro

Era quasi scontato che in autunno ci sarebbe stata una recrudescenza del problema. La riapertura delle scuole, con la consequente promiscuità dei ragazzi (tra i meno attenti a seguire certi precetti basilari d’igiene come anche il semplice lavarsi le mani) che secondo me finiscono per diventare vettori de morbo, e l’andamento stagionale di patologie come

Come il Covid-19 ha aumentato le disuguaglianze tra le generazioni

Nel dibattito italiano sulle politiche di contenimento del Covid-19 l’argomento “giovani” è emerso principalmente in chiave critica, focalizzandosi su aspetti come le “movide”, gli aperitivi senza mascherina, e su di una mancanza di rispetto generale da parte dei giovani verso le regole di distanziamento sociale. Il premier pro-tempore Conte ha dichiarato di capire il “desiderio

La giornata mondiale del migrante e del rifugiato

Il prossimo 27 settembre si celebra la giornata mondiale del migrante e del rifugiato. La difficile realtà delle migrazioni ha avuto origine ancora prima dell’homo erectus. Nell’osservare il flusso migratorio degli animali, volatili e pesci, ecc si nota che essi sono guidati dall’istinto, oltre che dalle correnti marine ed atmosferiche, nella ricerca di ambienti idonei

La “PandMedia”: una bufala mondiale

Da nove mesi ormai il Mondo è in preda ad una strana frenesia. Il coronavirus, Covid-19 per gli amici, ha superato in un batter di ciglia le fasi di breaking news, notizia TG, tragedia annunciata, tormentone, paura diffusa, per assurgere a quella di incubo. Dopo le prime settimane, durante le quali non c’erano, obiettivamente, elementi

Per chi suona la campana: il segno di Dio

San Vincenzo Pallotti (romano, 1775-1850) esortava: «Quando sentite il suono di una campana dite “quante anime che vengono ora ad adorarti, o Signore” e cercate di far molto di più di queste anime; al credente diranno: “continua così”, al peccatore: “Ravvediti”, al distratto e all’indifferente anche diranno molte cose, ma saranno loro che non le

Storia dell’anima

A causa della pandemia di colpo è iniziato il tempo inaspettato del coronavirus e della quarantena e tutti restavamo reclusi in casa, sorpresi da quella brusca frenata e, senza accorgecene, in quei giorni iniziava qualcosa di nuovo. Chi può dire che il tempo dedicato all’attività sia migliore o più utile di una pausa come questa!

Apparizioni divine. Angela Ciconte fa il punto della situazione

Personalmente sono molto preoccupata per il gran numero di “nuove apparizioni” di cui pullulano i social, tramite cui la “mamma celeste” indicherebbe cosa devono fare i suoi figli. A quanto pare queste “rivelazioni” parlerebbero di scorte (che poi che senso avrebbero per tre mesi), contro la Chiesa (“dimenticando” che Suo Figlio ha promesso che gli

Tutti a bordo del treno di Walt Disney

Questa lettera ha trovato la sua collocazione nel periodo estivo, considerato un periodo in cui si va alla ricerca di sollievo e ristoro, poichè la calura, tipica dell’estate, sovente genera spossatezza, così che il fisico desidera stare inerte all’ombra. Infatti mi trovo a bordo di un treno speciale, quello di Walt Disney, per poter visitare

Io credo

Gesù mi ha salvato la vita e ogni santo giorno devo alzarmi e scegliere se credere o impazzire. E credo che ciò, in fondo, sia al fondo di ogni vita. Perché fiducia e speranza sono al fondo di ogni vita e nessuno può fidarsi e sperare se non ha almeno un briciolo di fede. Non

Genova, si dice…

Illustrazioni di Igor Belansky. Si dice che siamo mugugnoni, si dice che siamo poco sorridenti, che la nostra è una popolazione vecchia. E tanto altro si dice. E noi certo non facciamo nulla per sfatare questi luoghi comuni. Perché? Probabilmente perché poco ci importa di quanto raccontano sul nostro conto. Abbiamo sufficiente consapevolezza di noi

I valori umani nelle aziende

Stare bene in azienda significa qualità della produzione, lavorare meglio e di più. Non è solamente il fatto di starci volentieri, l’ambiente ha la sua importanza determinante, ma non è tutto. Stare bene in azienda vuol dire trovare nel lavoro una delle maniere utili alla propria realizzazione, alla propria crescita personale, culturale, umana e sociale.

Le vacanze in chiave umoristica

Il tema di oggi riguarda la scelta delle vacanze degli italiani, argomento più volte ripreso durante l’anno sia in famiglia che con gli amici e più volte portato alla ribalta da diversi film comici; spesso anche una semplice vacanza può nascondere delle sorprese, con danni economici e morali, in particolare le vacanze all’estero richiedono più

Smartworking … ke passione!

Si è fatto un gran parlare in questi giorni di smartworking in occasione dello spostamento dei lavoratori in casa propria per le esigenze legate alla pandemia. In realtà quanto si è verificato ha poco dello smartworking e molto dell’antico lavoro a domicilio. Nella maggior parte delle ipotesi infatti l’iniziativa del fenomeno è derivata da richieste

Perché il COVID-19 è riuscito a farci cambiare abitudini e i cambiamenti climatici no

Illustrazione di Igor Belansky. Premessa. Nell’era dell’andropocene, l’Occhio del Potere che è su di noi in ogni luogo per controllarci, e per valutare ogni nostra azione. punta sempre nella direzione che più gli conviene. E da ultimo sembra effettivamente prediligere la figura del virologo a quella del meteorologo. Messa in questi termini, sembra un’assurdità. Ma

Bevilacqua e la sua visione della «sociatria», ovvero la cura responsabile della società

Possiamo affermare di non essere d’accordo. Negare però può dimostrarsi anche in un modo di celare l’evidenza delle cose. Il coronavirus, nel giro di poche settimane, si è trasformato da problema lontano a minaccia seria e controllabile soltanto con severi lock-down di cui l’Italia si è resa apripista in Occidente, stravolgendo la nostra vita quotidiana.

Il contagio del terrore

Dissertazione sulla pandemia della disinformazione e la strategia del terrore con le illustrazioni di Igor Belansky. Terrore. Terrore. Benvenuti nel tempo del terrore. È un terrore contagioso, un loop perverso che può minacciare la sfera quotidiana: le strade, i locali pubblici, la politica, gli ospedali, le scuole e i tribunali, attraverso i media. Il terrore

Libertà di complotto

Egregio avvocato Conte, ultimamente mi sono giunte alcune critiche da lettori che, a causa del contenuti di alcuni miei articoli, mi considerano un complottista. Devo confessare che in realtà certe volte mi sento un complottista alla rovescia: infatti non temo il controllo, le telecamere, le app, i vaccini, il 5G, i droni e quant’altro. Quando

Distanziamenti

Prendo spunto da un passo dei Racconti di un pellegrino russo (classico anonimo della spiritualità cristiana) oltreché da una lodevole esternazione dell’on. Maurizio Lupi e dell’amico Mirko De Carli (non so di chi sia il copyright). L’esternazione è quella della distinzione tra distanziamento fisico e distanziamento sociale, accettabile il primo in tempi di pandemia, non

Chiederanno scusa?

Il Covid 19 che ha paralizzato il mondo intero non è il famigerato killer che ci hanno raccontato, ma un virus facilmente neutralizzabile se preso in tempo, prima che provochi danni irreparabili. Non siamo noi a dirlo, ma un cardiologo del Policlinico San Matteo di Pavia, secondo cui la letalità del virus è assai più

COVID 19 e il mondo che verrà

Tramite Vittorio Bobba arriva questo spunto di riflessione redatto da Laura Calosso. Lo pubblichiamo volentieri ritenendolo molto interessante. di Laura Calosso: Come il personaggio di un romanzo, il Covid 19 fa il suo ingresso sulla scena italiana il 31 gennaio 2020, giorno in cui il Consiglio dei Ministri dichiara lo stato di emergenza sanitaria. Covid

Un’emergenza senza fine

Lo stato di emergenza si è rivelato un’emergenza senza fine, come le guerre seguite all’11 settembre. Dalla giustizia infinita di Bush junior perché abbiamo avuto anche uno senior, discutibile come il figlio, ma si è sempre detto tale padre tale figlio, si passa molto più prosaicamente alla guerra infinita, una guerra fatta per non essere

Ricapitolando, il virus ci ha portato…

La rete in questi giorni ci fornisce spunti sempre interessanti su cui riflettere. Vediamo in sintesi cosa ci ha portato questa situazione, che solo tre mesi fa nessuno si sarebbe mai immaginato che potesse accadere. In pochi giorni abbiamo risolto il problema del traffico, dell’inquinamento, dello spreco di cibo, della ludopatia e dell’invasione dei migranti.

Alvin “Shipwreck”, il pole sitter

Che potrà mai esserci di tanto entusiasmante, nello stare seduti, in bilico, sulla cima di un’asta di bandiera, per un’enormità di tempo, osservando quanto accade più in basso, tra i comuni mortali? Sicuramente nulla; anzi, è sciocco, immotivato, dissennato, pazzesco, si potrebbe dire. Eppure, negli Stati Uniti d’America, tra le due Guerre Mondiali, si scatenò

L’Italia al tempo del Coronavirus

È ormai una settimana che l’intero territorio nazionale è blindato a causa del ben noto virus cinese che ci ha assalito dallo scorso gennaio. Forse blindato è un termine eccessivo, dato che solo metà Paese si è fermato e si è trincerato dietro le finestre di casa propria. L’altra metà lavora, vende tabacchi, guida camion,

Covid-19 – Lettera a un virus neonato

NDD: Il nostro Vittorio Bobba segnala che in queste ore sta circolando in rete un breve testo sotto forma di lettera al Coronavirus che in Italia, sono dati del Ministero della Salute di ieri 7 marzo, ha contagiato 5.061 persone causando 233 decessi. Siccome ne condividiamo lo spirito, confortati dai 589 guariti, lo rilanciamo volentieri

L’immigrazione senza regole fa male a noi

Sono gli italiani le vere vittime dell’immigrazione incontrollata. Costringerci a subire invasioni è una violenza inaccettabile. La società italiana è fra le più avanzate sul piano scientifico, giuridico, artistico, tecnico. Quello che non possiamo, e non vogliamo fare, è essere costretti a comportarci come se, viceversa, fossimo poveri selvaggi, privi di capacità razionali che di

Apologia della Luger svizzera

Questo brano apparve come postfazione al volume “Parabellum – Storia e tecnica delle Luger Svizzere” ben 25 anni fa. La sua incredibile attualità, anche alla luce di recenti episodi, mi ha spinto a riproporlo ai lettori di Weekly Magazine. Perché amiamo le armi? Sicuramente tutte le armi in generale, e le pistole in particolare, rivestono

Quando la cura è peggiore del male

“Oggi nel mondo le disarmonie sono diventate vere e proprie divisioni: c’è chi ha troppo e chi nulla, c’è chi cerca di vivere cent’anni e chi non può venire alla luce. Nell’era dei computer si sta a distanza: solo contatti, più ‘social’ ma meno sociali”. Ed ancora: “Sempre c’è la tentazione – ha sottolineato il

Chi non lavora non fa l’amore

1970, Adriano Celentano, assieme alla moglie Claudia Mori, interpreta una delle sue canzoni più famose e dal forte impatto sociale, “chi non lavora non fa all’amore”. Era l’epoca degli scontri sociali, delle ideologie vive, e ben nutrite dal sangue dei giovani caduti sulle opposte fazioni, il sogno del sessantotto, che aveva unito per pochi giorni

Razzismo al contrario

Il sovvertimento della scienza e della cultura basata sui fatti da parte dall’ideologia esclusivamente emotiva della Politica Identitaria sta gettando le basi per il genocidio delle popolazioni bianche. Sembra un’affermazione stravagante. Tuttavia, deriva in modo logico dalla identificazione dei Bianchi con la violenza, l’oppressione e tutti i mali del mondo. In un certo numero di

L’uva è acerba per la volpe che non ci arriva

Nuovo caso di nonnismo nelle Forze Armate italiane. Così deve essere apparsa, tra i soliti benpensanti, la notizia del bagno in piscina inflitto ad una allieva nella scuola piloti dell’Aeronautica Militare a Latina, delle vigorose pacche e del bacio al pinguino dato dall’ex sergente dell’Aeronautica Militare Italiana Giulia Jasmine Schiff, poi espulsa dall’Accademia per insufficiente

Mainstream, populismo e fake news: nulla di nuovo sotto al sole

Oggigiorno bisognerebbe vivere da eremiti per non aver sentito, svariate volte al giorno, i termini “mainstream media”, “populismo” e “fake news”, tuttavia questi termini pare abbiano altrettanti significati quante le fonti che li usano (o per meglio dire strumentalizzano). Premetto che il mio articolo vuol essere innanzitutto un´esercizio di riflessione critica che spero incoraggi altri

Bye bye Europa

Mentre a Rai 3 raccontano che “in Italia c’è il fascismo” come nel ’22, in Francia è cominciata “The Purge”. Orde di giovani mascherati, nella notte di Halloween, hanno inscenato in una mezza dozzina di città immensi disordini, distruzioni: saccheggiato negozi, bruciato i cassonetti del’immondizia, infranto vetrine, distrutto bus urbani. A Parigi, due individui di

Il diagramma della busta

Voglio condividere con i lettori di WeeklyMagazine, in questi giorni di mestizia e di commemorazione dei nostri defunti, un breve spunto per un’allegra riflessione sulla tematica della vita lavorativa di un impiegato medio. Si tratta del diagramma della busta, ‘divertissement’ cartesian-sociologico. Partiamo disegnando su di un foglio un rettangolo e tracciandone le due diagonali. Il

La propaganda post comunista

Per sfuggire alla noia di un agosto torrido ne stanno inventando di ogni. Sembra che la gente cerchi di sfuggire al caldo di un’estate rabbiosa creandosi svaghi fantasiosi, forse per non pensare all’afa e al peggio che verrà alla fine delle ferie. Così leggiamo che ci sono tribù rom che assaltano i prontisoccorso per imporre

Vade retro Babilonia!

E uno dei sette angeli, che hanno le sette coppe, venne e parlò con me: «Vieni, ti mostrerò la condanna della grande prostituta, che siede presso le grandi acque. Con lei si sono prostituiti i re della terra, e gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione». L’angelo mi trasportò in

Attacco Viminale: querelato Saviano !

(Nall’articolo la scansione delle 4 pagine costituenti l’atto di querela integrale) . La querelle instaurata da Saviano contro il Ministro degli interni Salvini si arricchisce di un nuovo capitolo. E, stavolta, si tratta di un capitolo che vedrà i due contendenti confrontarsi non più a distanza ma in un’aula giudiziaria. Alla nuova e sfrontata provocazione

Caso Tortora: Perché proprio lui?

“Dunque, dove eravamo rimasti? Potrei dire moltissime cose e ne dirò poche. Una me la consentirete: molta gente ha vissuto con me, ha sofferto con me questi terribili anni. Molta gente mi ha offerto quello che poteva, per esempio, ha pregato per me e io questo non lo dimenticherò mai. E questo “grazie”, a questa

Patrioti e traditori

Cosa intendiamo per patriota al giorno d’oggi? I più penseranno a quel sentimento che ti lega allo sconosciuto a te vicino, mentre guardare i Mondiali di calcio in piazza. Quella fratellanza unica e spontanea che nasce in quelle occasioni dove Italia, o italiani, vale forse un po’ di più. In realtà non ci dovrebbe essere

La guerra totale degli sconfitti

Non so se lo avete notato, ma da quando la sinistra italiana ha realizzato che stava perdendo consenso (quindi diciamo dall’esito del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016) è iniziata una campagna di odio contro i cosiddetti ‘populisti’. La cosa assurda è che invece di cercare di alimentare il consenso verso i partiti di sinistra

Aiutiamoli a casa loro

Proprio in questi giorni impazza la polemica della chiusura dei porti italiani alle navi ONG. Salvini, lo aveva promesso nel corso della lunga campagna elettorale, ha suscitato un putiferio impedendo alla nave Aquarius di attraccare sulle coste del Bel Paese scaricando il suo carico umano. Inutile dire che i fautori dell’accoglienza hanno “pittato” il Ministro

Salvini il fascista

E così, come pare, sta finendo la facile mangiatoia delle sedicenti ONG, le Organizzazioni Non Governative, che a suon di decine di migliaia di dollari, mantengono una vera e propria flotta navale che fa la flotta tra il golfo della Sirte e le coste italiane. Sembra questa (finalmente) la linea del Governo italiano riferita dal

Palma Campania, terra islamica

Oramai é una vera e propria emergenza sociale quella che lamentano a Palma Campania, piccolo comune ai margini della provincia di Napoli e Salerno. Palma Campania, situata quasi all’estremità meridionale dell’antica provincia di Terra di Lavoro, é infatti da tempo oggetto di una immigrazione islamica di bengalesi senza controllo al punto che dei circa 15.000

La questione meridionale

Il divario secolare tra Nord e Sud d’Italia, oggetto di dibattiti e teorie politiche, sembra oggi non interessare praticamente più nessuno. Sotto il peso d’una crisi economica devastante, lunghissima e senza fine, è scomparso dai dizionari della politica Italiana un termine importantissimo: Questione Meridionale. Eppure, l’intera storia unitaria è attraversata dalla dialettica meridionalista, portata alla

Un alimento per la pace

Gli esploratori, che tornavano dal Nuovo Mondo, la portarono con sé, facendola così conoscere anche al del Vecchio Continente. Originaria del Cile e del Perù, la patata giunse in Europa a metà del 1500, anche se le prime coltivazioni, su ampia scala, nacquero solo nel Settecento, grazie alla volontà del re di Francia, Luigi XVI.

Vedi napoli e poi muori

L’Italia che vorrei

Chi rinuncerebbe agli agi ed ozi dei nostri tempi, all’impunità e promiscuità di ogni genere legalizzata, al mese di vacanza estivo, alla tredicesima e ai premi produzione di un lavoro sempre più calpestato, di una tv ed internet che dettano i ritmi normali della vita, di governi e parlamenti che pensano e non agiscono, chi

Riaumentano gli infortuni sul lavoro

Il dato é preoccupante. Secondo gli osservatori oramai si assiste, dalla fine dello scorso anno, a una recrudescenza del fenomeno degli infortuni sul lavoro. In Italia, paese precursore nella sensibilità a questi temi al punto che introdusse norme previdenziali sin dalla fine del IX secolo, si sta assistendo a una preoccupante inversione di tendenza e,

La dittatura del capitalismo

I sistemi totalitari moderni potrebbero essere definiti “dittature del capitalismo dei compari”. In questi sistemi, un gruppo di persone si appropria indebitamente della maggior parte delle risorse, e le gestisce per il proprio interesse, a danno della maggior parte del popolo. Il capitalismo viene definito come quel sistema economico e sociale in cui il capitale

I romani e il cibo

“Ecco quattro valletti accorrere, danzando a suon di musica e togliere il coperchio. Ciò fatto, vediamo lì dentro capponi, pancette e, in mezzo, a far da Pegaso, una lepre fornita d’ali. Li seguiva un’alzata, dov’era deposto un cinghiale di prima grandezza e con tanto di berretto, dalle cui zanne pendevano due canestrini intrecciati di palme,

Attenti all’antirevisionismo! – p. 1 di 2

Vorrei segnalare ai nostri numerosi lettori questo articolo scritto a quattro mani da Patriota nero e Vittorio Bobba, due dei più attivi ed acuti collaboratori di WeeklyMagazine, per la lucidità con la quale si traccia il filo conduttore della storia italiana così come raccontata negli ultimi settant’anni. L’articolo, un po’ più lungo dei nostri standard,

Post più vecchi››