Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

27 Gennaio 2021

Socialismo

L’altro Pertini

Trent’anni fa, il 24 febbraio, Sandro Pertini lasciava definitivamente il Partito Socialista e questo mondo. Secondo gli esegeti di più vasto seguito, fu il Presidente della Repubblica più amato dagli italiani: il presidente della gente, dei bambini, l’omino con la pipa, il partigiano che parla schietto e non rispetta il protocollo. Gli sono stati affibbiati

La propaganda post comunista

Per sfuggire alla noia di un agosto torrido ne stanno inventando di ogni. Sembra che la gente cerchi di sfuggire al caldo di un’estate rabbiosa creandosi svaghi fantasiosi, forse per non pensare all’afa e al peggio che verrà alla fine delle ferie. Così leggiamo che ci sono tribù rom che assaltano i prontisoccorso per imporre

Io e un vecchio socialista

Piove, piove e piove. Tempo fa si sarebbe detto governo ladro, ma negli ultimi tempi la comunità è impegnata a sopravvivere che occuparsi di chi ci sta derubando del futuro, sono stanco gli occhi stanno cedendo al dio sonno, non vi è nessuno con cui scambiare due parole nel tentativo di far scorrere il tempo

Signor Presidente, studi la storia

Egregio signor Presidente della Repubblica, lo scorso 25 gennaio, in occasione della presentazione al Quirinale della Giornata della Memoria, Lei ha perso una delle sue migliori occasioni per starsene zitto. Ella ha infatti osservato: «Sorprende sentir dire, ancora oggi, da qualche parte, che il fascismo ebbe alcuni meriti ma fece due gravi errori: le leggi

Banche: ieri, oggi, domani

Le prime forme di attività bancaria risalgono alle antiche civiltà mediorientali e mediterranee. Già presso gli assiro-babilonesi e gli egiziani vi erano particolari luoghi, in genere templi, dove venivano ammassati i metalli preziosi allo scopo, non solo di custodia, ma anche di deposito per i pagamenti a distanza. Nelle città greche operavano banchieri privati i