Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

26 Gennaio 2021

Salvini

L’azzardo del Conte bis

In tanti hanno giudicato precipitoso il comportamento di Salvini, che ha di fatto scatenato la crisi di governo di agosto scorso, un grave errore strategico. Insomma molti osservatori politici sono convinti che il Capitano s’aspettasse che cadendo il Governo s’andasse alle urne, così da capitalizzare il forte consenso popolare sino ad allora conquistato. In tanti

Pantano italiano

I 70 anni di infiltrazioni radical-progressiste condotte in tutti i settori della società, pur di arrivare a una colonizzazione totale di ogni settore della vita pubblica e finanche privata, non si possono scardinare con pochi mesi di governo, specialmente se condiviso con chi non è ostile a quelle infiltrazioni. Ecco perché oggi l’accerchiamento della Lega

Un attacco preparato contro l’Italia?

Non ho mai visto di buon occhio i complottisti, quelli che vedono una trama nascosta dietro ad ogni porta e sono sempre pronti ad accusare della qualunque ora questa ora quella categoria a seconda del fenomeno che non riescono a spiegare. Tuttavia in questo caso c’è da chiedersi se veramente non sia stata una trama

Da Carola ad Albione

Non ci voleva molto a capire che la nave della ONG, entrata a Lampedusa dopo un braccio di ferro di 15 giorni circa con il ministro Salvini, avrebbe avuto una grande copertura mediatica e i tanti sostenitori della migrazione incontrollata si sarebbero strappati i capelli per dimostrare che bisogna “essere umani “ed accogliere tutti gli

Lo scontro infinito

Dal principio dell’attuale legislatura abbiamo assistito a una serie pressoché inesauribile di scaramucce, battibecchi, litigi, scontri verbali, diatribe ideologiche e zuffe parlamentari tra i due partiti di governo, Lega e M5S e ancor più, scendendo a livello personale, tra Salvini e Di Maio con Conte nei panni dell’eterno paciere. Questo continuo punzecchiarsi a vicenda, portando

La famiglia tradizionale non si discute

Quanto sta avvenendo in queste ore a Verona merita una profonda riflessione in ordine a famiglie, donne, minori e valori fondanti della nostra società. Come noto nella città degli innamorati si sta tenendo il World Congress of Families, ossia il Congresso delle Famiglie, dove si discute sulle famiglie, sui diritti delle donne, di aborto, dei

Cachet da capogiro a Baglioni per fare politica

É appena terminato il festival di San Remo, la manifestazione canora più seguita in Italia, ma quest’anno numerose polemiche hanno caratterizzato la kermesse. Sono legate, essenzialmente, non tanto alle scelte artistiche di Baglioni quanto alle sue alle improvvide uscite dato che, poco professionalmente, ha approfittato della sua privilegiata posizione di presentatore per proporre le sue

Migranti, tutti ne parlano ma nessuno li vuole

L’Europa unità, l’Europa solidale, mostra il suo vero volto grazie alla questione dei migranti. Da poche ore, infatti, é arrivata la chiusura dell’olanda a potersi fare carico dei 47 migranti, di cui 13 minori, presenti sulla Sea Watch. Un arrivo inatteso, come ha commentato il Ministro dei Trasporti Toninelli, in quanto “in caso di maltempo

Sindaci con voglia di parlamento

È partita da lontano la campagna elettorale di Luigi De Magistris e di Leoluca Orlando. E già, perché entrambi pare stiano preparandosi il terreno per una eventuale loro candidatura parlamentare col primo, De Magistris, che si definisce l’anti Salvini, addirittura con velleità di fondare un partito, e il secondo, Orlando, classe 1947, vecchio democristiano di

Legittima difesa: é scontro ANM – Lega

Il nuovo Ddl sulla legittima difesa é al Senato ma non piace alla magistratura. Salvini e il carroccio replicano ai magistrati: “La difesa é sempre legittima”.   Tra i motivi trainanti della campagna elettorale della Lega, si sa, c’è sempre stato il tema della legittima difesa. Molte volte, specie in questi ultimi anni, abbiamo assistito

Salvini è indagato dai PM di Agrigento!

Il Ministro indagato per sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio. Ancora 130 i migranti irregolari sulla nave. Alcuni hanno malattie contagiose.   Sulla querelle di Nave Diciotti, la nave militare della Guardia Costiera italiana il cui nome viene dal Generale dell’Esercito italiano Ubaldo Diciotti, Medaglia d’Argento al Valore Militare per aver domato un

Attacco Viminale: querelato Saviano !

(Nall’articolo la scansione delle 4 pagine costituenti l’atto di querela integrale) . La querelle instaurata da Saviano contro il Ministro degli interni Salvini si arricchisce di un nuovo capitolo. E, stavolta, si tratta di un capitolo che vedrà i due contendenti confrontarsi non più a distanza ma in un’aula giudiziaria. Alla nuova e sfrontata provocazione

Macron livido: Populisti come lebbra

Ma la vera lebbra, rintuzza Di Maio, é l’untuosa doppiezza europea ed aggiunge: “La vera ipocrisia è di chi respinge gli immigrati a Ventimiglia e vuole farci la morale sul diritto sacrosanto di chiedere un’equa ripartizione dei migranti. La solidarietà o è europea o non è”. Insomma la politica sugli immigrati francese sembra una farsa

Salvini il fascista

E così, come pare, sta finendo la facile mangiatoia delle sedicenti ONG, le Organizzazioni Non Governative, che a suon di decine di migliaia di dollari, mantengono una vera e propria flotta navale che fa la flotta tra il golfo della Sirte e le coste italiane. Sembra questa (finalmente) la linea del Governo italiano riferita dal

Caro Presidente, ora basta sudditanze!

Incredibilmente, a oltre due mesi dalle elezioni politiche più dirompenti della storia della Repubblica italiana, ancora nessun governo. Dicono tutta colpa di Mattarella a cui, evidentemente, l’asse Salvini – Di Maio non piace proprio, specie sul fronte della politica estera. A nulla o poco, evidentemente, sono servite le rassicurazioni del neo incaricato Premier Conte sul

Odi et amo

Si preannuncia difficile il rapporto tra Salvini e Di Maio, nonostante l’apparente idillio governativo, dopo che quest’ultimo ha chiaramente escluso che il premier possa essere il leader leghista al punto che nelle scorse ore si è diffuso una presunta affermazione del grillino che, riferendosi a Salvini, avrebbe detto: “Tanto sai che il presidente Mattarella non