Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

3 Marzo 2021

Formula 1

F1: ancora troppe incognite

Il circuito della Formula 1 rischia gravemente a causa del lungo stop imposto dall’emergenza Coronavirus. Così come in tutti gli sport professionistici , nei quali il giro d’affari è di svariati miliardi di euro o dollari, anche il circus a 4 ruote, teme che la riduzione del monte gare (forse a 12) o addirittura l’annullamento

F1 – Gran Premio di Austin (USA)

Ad Austin, la Ferrari tenta le ultime carte, per far rinviare i festeggiamenti a Lewis Hamilton e alla Mercedes. Le prove del venerdì sono state flagellate dalla pioggia, che è caduta copiosa sul circuito. Quando si è poi potuto girare il più veloce è stato, inutile sottolinearlo sempre lui, Lewis Hamilton. Ma come si dice,alla

F1 – Hamilton oramai campione del mondo

Un piccolo dato statistico che farà venire il magone ai tanti sostenitori della Ferrari e non solo, qui a Suzuka, il record delle vittorie (6) e delle pole position (8) appartiene all’indimenticabile Michael Schumacher. Dopo il disastro andato in scena sabato durante le qualifiche, la gara non va meglio. In partenza Hamilton è velocissimo e

F1: Hamilton in fuga (ma senza entusiasmo)

In Russia, forse, è andata in scena la consacrazione della Mercedes per l’anno 2018 e del suo fantastico interprete, Lewis Hamilton. Il pilota inglese ha vinto la gara davanti ad un tristemente non belligerante, Valtery Bottas, che da perfetto mansueto compagno di scuderia, ha permesso, con una delle manovre più arrendevoli, osservate su un circuito

F1: Gran Premio di Russia

Arriva in settimana la notizia che tutti da tempo attendeamo. Dopo 7 anni, gli ultimi furono Vitantonio Liuzzi e Jarno Trulli nel Gran Premio del Brasile 2011, torna in Formula 1 un pilota italiano tra l’altro su un’auto italiana, sarà infatti Antonio Giovinazzi 24enne di Martina Franca in Puglia, il pilota che affiancherà Raikkonen nella

F1: Incontrastabile Lewis

Il Gran premio di Singapore si corre in serale in un’atmosfera che ha davvero del magico. In partenza Hamilton , autore di una qualifica davvero entusiasmante, è davanti a tutti con la possibilità di essere difeso indirettamente da Verstappen che ha conquistato la seconda posizione, respingendo Vettel in seconda fila. La gara prevede 61 giri

F1: Il Gran Premio di Singapore

In settimana è arrivata la conferma della notizia che oramai aleggiava da tempo in casa Ferrari, ovvero la sostituzione di Kimi Raikkonen con il giovanissimo Charles Leclerc. Il monegasco intervistato, ha dichiarato di aver coronato un sogno. La conferma c’è stata anche in merito alle tempistiche , e su questo molti sono stati scettici se

F1: Hamilton resta mattatore

La gara che doveva rappresentare la svolta e la consacrazione delle aspirazioni della Ferrari al titolo mondiale piloti è stata invece una vera doccia fredda , ed ha anzi confermato la bontà e la qualità del team della Mercedes, campione del mondo in carica. In effetti la domenica è iniziata con tante belle aspettative per

F1: Marea rossa

La gara andata in scena in Belgio è stata davvero eccezionale per la condotta di gara della Ferrari e di Vettel in particolare. Hamilton è in pole position seguito da Vettel. Tutti gli occhi sono puntati sui due campionissimi, ma alla fine del rettilineo in partenza, avviene il colpo di scena, spettacolare e per fortuna

F1: Si riparte ancora con Hamilton

Dopo tre settimane di sosta , apparse a tutti interminabili, il mondiale di Formula 1 riparte con lo splendido duello tra la Mercedes di Hamilton e la Ferrari di Vettel. E si riparte da un circuito, quello di Spa Francorchamps, davvero spettacolare. Qui la scuderia Ferrari ha inanellato ben 16 vittorie ed è pertanto la

F1: L’addio di Alonso

Da tempo circolava con insistenza la voce del probabile addio di Alonso alla Formula 1. Ed in settimana il 14 agosto , tramite un videoclip postato su Instagram, lo spagnolo ha annunciato il suo ritiro. Dalla McLaren è arrivata se non proprio la conferma del ritiro, la notizia che il pilota spagnolo nel 2019 non

F1: Tempo di bilanci

I piloti del mondiale del mondiale di formula 1 si sono guadagnati le meritate vacanze, che dureranno fino al week end del 26 agosto allorquando si ripartirà con il Gran Premio del Belgio. Il 29 luglio in Ungheria, Hamilton ha dato un’altra conferma delle sue qualità e della sua grande voglia di primeggiare, vincendo il

F1: Hamilton, il dominatore

Domenica 22 luglio abbiamo assistito ad una svolta, in terra tedesca, con la vittoria del Gran Premio da parte di Hamilton. Domenica 29, ci si aspettava la reazione da parte di Sebastian Vettel, che anche nelle qualifiche di questo Gran Premio aveva evidenziato un passo gara invidiabile. La partenza , a causa del meteo ,

F1: In bocca al lupo Sergio

In giornata si è tenuta una riunione straordinaria del CDA della FCA per decidere il sostituto del presidente Marchionne , a causa di un periodo di degenza che forse appare sorprendentemente lungo. Il presidente Ferrari nonché amministratore delegato di FCA era entrato in clinica per un intervento alla spalla , ma da allora le sue

F1: Il dominio interrotto

Nel regno incontrastato di Hamilton e della Mercedes domenica 8 luglio si è registrata la svolta. La Ferrari di Sebastian Vettel ha interrotto un dominio incontrastato, ben 5 vittorie di fila negli ultimi 5 anni, che sembrava interminabile. Nel circuito inglese, per il decimo appuntamento della Formula 1 2018, Hamilton si presenta dopo un sabato

F1: La prima di Verstappen

Sembrava potesse delinearsi un dominio Mercedes, ma la gara in terra austriaca ha demolito in una sola giornata le convinzioni e le sicurezze della casa tedesca. Nella tranquilla e verde terra austriaca si è svolta una gara con colpi ad effetto e sorprese davvero uniche. In partenza le Mercedes si disuniscono ed ad approfittarne è

F1: Dominio Mercedes

La gara di Le Castellet si prospetta molto insidiosa per le Ferrari, che decidono di partire on pneumatici ultrasoft, mentre le Mercedes montano delle supersoft. L’Alfa Romeo festeggia alla grande i suoi 108 anni con Charles Leclerc , entrato nella top ten in partenza. Particolare simpatico prima della gara, Sebastian Vettel, è stato lasciato a

F1: Mercedes irresistibili a Le Castellet

Ritorna nel panorama della Formula 1 il circuito di Le Castellet, sono trascorsi 28 anni dall’ultima volta che il Campionato di Formula 1 FIA è stato ospitato nel circuito Paul Picard di Le Castellet, ma questa domenica il Gran Premio ritornerà su 5.842 kilometri totalmente nuovi e disposti su 15 curve. I Km totali del

F1: La conferma di Vettel

La Ferrari si presenta al Gran Premio del Canada , con tanta voglia di riscatto e con un Vettel in pole position su questo circuito dopo ben 17 anni dopo l’ultima di Schumi . La partenza sembra essere favorevole al ferrarista primo sulla griglia sul lato sinistro con una curva da affrontare , subito dopo

F1: Da Montecarlo a Montreal

Il circo della F1 si sposta da un circuito cittadino a un altro. Lasciamo la suggestiva ed affascinante cittadina monegasca con la conferma che la bellezza della location principesca va in contrapposizione con la noia che il circuito di Monaco accompagna lo spettatore dal via fino al traguardo. Entriamo a Montreal stupenda città canadese che

F1: La conferma di Ricciardo

Il circuito monegasco rappresenta da sempre un momento di richiamo per la sua particolarità e per il fascino che da sempre esercita. E’ di sicuro una gara molto tecnica per la conformazione del tracciato e per l’enorme difficoltà con cui si possono effettuare i sorpassi , che garantisce tantissimi stimoli ai piloti, se si riflette

F1: Montecarlo gara incerta

La sesta tappa del mondiale è di scena a Montecarlo nella suggestiva cornice del principato monegasco. Di sicuro non mancheranno vip da tutto il mondo , pronti ad affollare i lussuosi appartamenti della favolosa cittadina. Non mancheranno , è altrettanto sicuro, i superlussuosi yachts ad affollare il porticciolo ed a riversare per le vie del

F1: Dominio Hamilton

A MontMelo a pochi kilometri da Barcellona , è andata in scena la quinta tappa del mondiale di Formula 1, ed è stata una vera e propria doccia fredda per gli entusiasmi nati con le precedenti gare tra i tifosi della rossa di Maranello. Effettivamente la gara è stata impietosa per quel che riguarda i

F1: Le Mercedes volano

Il Gran premio a Montmelo vicino Barcellona, segna l’esordio in Europa del mondiale di Formula 1 2018. Questo circuito inaugurato nel 1991 si sviluppa per una lunghezza totale di 4.655 metri e presenta ben 16 curve. Nel 2017 si è raggiunta la velocità massima di 342 KMH e dal 2008 resiste il record della pista

F1: Baku e il pasticcio Red Bull

La quarta tappa del mondiale ha sancito il rientro alla leadership della classifica piloti del campione del mondo Lewis Hamilton. In partenza si pone l’attenzione su un particolare dell’auto di Vettel, con un alettone posteriore ideato di proposito per questo tracciato, con una particolare forma a cucchiaio che ha permesso all’auto di Seb di andare

Vettel e la terza pole position

Sabato si sono tenute le qualifiche in Azerbaijan per la quarta gara della stagione. A conferma del favoloso stato di forma della rossa di Maranello, già in occasione della Q1 Kimi Raikkonen si presentava con un tempo eccezionale 1’42’’538 e staccava il tagliando della prima posizione seguito da Verstappen, Hamilton e Vettel. Nel corso di

F1: Toro scatenato

Il Gran Premio di Cina ha dato ai telespettatori emozioni in crescendo ed ha testimoniato comunque, al di là del risultato finale, una forza della Ferrari che in questo momento sembra netta. Vettel reduce dai due trionfi nelle prime due giornate mostra alle telecamere una piccola testimonianza della sua fede, con le medagliette di San

F1: La scommessa di SEB

La gara di domenica in Bahrain è stata emozionante fino all’ultimo metro. Le premesse di una gara particolare c’erano tutte, soprattutto per la Ferrari che occupava a pieno titolo la prima fila con Raikkonen e Vettel. Il Gran Premio prevedeva 57 giri in totale e per i team si ipotizzavano due soste per il cambio

Le qualifiche parlano in rosso

La formula 1 ha fame di vittorie al cardiopalma e soprattutto ha fame di sorpassi. Il primo gran Premio della stagione è stato un po’ avaro da questo punto di vista, ma il Gran Premio di Sakhir giunge a proposito. La pista è molto larga con due frenate quasi impossibili che promettono spettacolo tanto spettacolo.

La Ferrari si presenta bene a Melbourne

Come preannunciato si parte 10 minuti dopo come succederà per ogni gara di questo mondiale. Alla partenza Hamilton tiene la testa della gara con caparbietà tallonato da un aggressivo Raikkonen che cerca invano di conquistare la leadership si affianca all’inglese in partenza ma non riesce a sopravanzarlo. Un cattivissimo Kimi, cosa questa che la dice

F1: Si riparte da Lewis

Domenica parte il mondiale di Formula 1 da Melbourne in Australia. E nel fine settimana caratterizzato dalle prove libere e dalle qualifiche il dominatore incontrastato è apparso, come sempre negli ultimi anni, il pilota della Mercedes. Lewis Hamilton ha infatti spadroneggiato nelle prove libere di venerdì allorquando in entrambe le sessioni ha fermato il cronometro

F1: Si attende solo l’inizio

Settimana interlocutoria e senza segnali particolari, in attesa della partenza del mondiale, fissata per domenica 25 marzo a Melbourne in Australia. Analizziamo in dettaglio due novità di questo mondiale 2018. Halo: E’ un sistema innovativo di protezione del piloti, al fine di evitare la penetrazione nel cockpit , ovvero il posto di guida, di oggetti

F1: La Ferrari c’è

In settimana si sono conclusi i test ufficiali a Barcellona che hanno chiaramente messo in evidenza una Ferrari pronta e che ai nastri di partenza del mondiale 2018 si candida autorevolmente tra le favorite. Infatti Sebastian Vettel mercoledì ha fermato per ben quattro volte il cronometro sotto l’1’ 18’, percorrendo ben 188 giri ovvero l’equivalente