Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

25 Novembre 2020

elezioni

Elezioni USA 2020: la sfida tra Biden e Trump si gioca sui programmi. Al centro le politiche pubbliche

Una ricerca del think tank Competere.eu analizza le proposte dei due candidati sui temi della fiscalità, della pandemia, dell’innovazione e del cambiamento climatico. Le politiche pubbliche per la gestione e risposta alla pandemia, fiscalità, energia e clima, innovazione e ricerca, e infrastrutture con particolare focus sul digitale: sono questi alcuni dei temi fondamentali delle politiche

Pantano italiano

I 70 anni di infiltrazioni radical-progressiste condotte in tutti i settori della società, pur di arrivare a una colonizzazione totale di ogni settore della vita pubblica e finanche privata, non si possono scardinare con pochi mesi di governo, specialmente se condiviso con chi non è ostile a quelle infiltrazioni. Ecco perché oggi l’accerchiamento della Lega

Votare si, ma non tutti!

“Perché il mio voto vale quanto il suo?” E’ una frase che spesso abbiamo pronunciato – o anche solo pensato – riferendoci a qualcuno che non si informa sulle vicende politiche, non mostra nessuna conoscenza di educazione civica o più semplicemente è ignorante come una scarpa. Non parliamo poi di quelli che si dichiarano apertamente

Cosa è successo?

Negli ultimi tempi l’Italia ha perso sovranità, ricchezza, nuove leve, aziende strategiche e dal 27 maggio grazie ad un uomo piccolo piccolo di statura, ha rischiato di perdere amor di patria e morale, il diritto di vedere seduto in parlamento chi ha votato. In 70 anni di repubblichetta nessun Presidente si era mai rifiutato di

2 giugno 2018: può ripartire l’Italia

Quest’anno la ricorrenza della Festa della Repubblica ha coinciso alla prima uscita ufficiale della nuova squadra di governo. Ecco i nomi dei nuovi ministri per i relativi dicasteri: Premier: Giuseppe Conte. Vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico, Lavoro e politiche sociali: Luigi Di Maio. Vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno: Matteo Salvini. Sottosegretario

Un piano B per uscire dall’Europa

NDD: Vi proponiamo questo articolo, a firma di Vittorio Bobba, risalente al 29/05, ossia risalente solo pochissimi giorni fa. Poi, come tutti sapete, i fatti hanno preso in poche ore una piega differente al punto che il Presidente della Repubblica ha inviato il Prof. Conte a riprovare a sottoporgli un elenco di Ministri. Sia come

Caro Presidente, ora basta sudditanze!

Incredibilmente, a oltre due mesi dalle elezioni politiche più dirompenti della storia della Repubblica italiana, ancora nessun governo. Dicono tutta colpa di Mattarella a cui, evidentemente, l’asse Salvini – Di Maio non piace proprio, specie sul fronte della politica estera. A nulla o poco, evidentemente, sono servite le rassicurazioni del neo incaricato Premier Conte sul

Odi et amo

Si preannuncia difficile il rapporto tra Salvini e Di Maio, nonostante l’apparente idillio governativo, dopo che quest’ultimo ha chiaramente escluso che il premier possa essere il leader leghista al punto che nelle scorse ore si è diffuso una presunta affermazione del grillino che, riferendosi a Salvini, avrebbe detto: “Tanto sai che il presidente Mattarella non

Orfini: no ai cameragni!

Per il presidente PD Matteo Orfini, il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio é una inaffidabile marionetta nelle mani di Casaleggio. Rincarando la dose, il premier della sinistra ha sentenziato: “Sappiamo bene quanto vale la parola di Luigi Di Maio: in questi anni abbiamo fatto accordi politici che dopo saltavano nonostante la parola

Lo spettro di un nuovo governo tecnico

Nulla di fatto dopo la seconda tornata di consultazioni: nessuno ha i numeri per governare da solo e le forze politiche italiane non sono ancora riuscite a trovare le intese che avrebbero consentito un governo. In questa situazione di stallo, peraltro ampiamente prevedibile (e, difatti, da noi prevista su queste pagine in tempi non sospetti)

Votate, votate, votate!

Continua il sondaggio di WeeklyMagazine su quale sarà, a parere di tutti voi lettori, il prossimo governo italiano. Votare è semplice ed anonimo. Basta andare in alto a sinistra della home page della rivista e trovare il riquadro dedicato al sondaggio. A questo punto è sufficiente selezionare l’opzione che si ritiene più probabile e cliccare

Viale del tramonto

Sembrano lontani i tempi in cui si coniugavano a forza al femminile termini che, in verità, non sono di genere ma di funzione o professione come presidente, sindaco, prefetto. Fuori dai giochi la Boldrini improvvisamente ha perso il suo appeal e, a quanto pare, neppure salirà al Colle convocata per le consultazioni politiche che partiranno

Che Fico!

L’elezione del pentastellato Roberto Fico a terza carica dello Stato ha portato una serie di novità nel panorama politico nazionale, di cui certamente al più importante è che per la prima volta abbiamo un presidente della Camera con il cognome che inizia per F. Tra e altre novità, tutte di minor conto, la vis polemica

Alto tradimento

Per alto tradimento un tempo si poteva rischiare la vita , a norma di Legge. Alto tradimento nei confronti della patria. Uno dei reati più infami che potevano essere perpetrati. Certo, considerando che come sempre a decidere il reato e chi fosse il reo di turno è sempre stato qualche altro essere umano, non vi

Qualcosa non quadra

Il quarantennale della strage di via Fani, in cui persero la vita i cinque agenti della scorta di Aldo Moro, ha riportato tragicamente alla ribalta quei fatti dolorosi. I cinquantacinque giorni della prigionia di Moro, conclusisi con la sua esecuzione da parte dei brigatisti rossi, segnerà per moltissimo tempo ancora una delle pagine più buie

Il vero rebus politico, è il giorno dopo

Il nostro sondaggio (NDR: quello, oramai immodificabile, riportato nell’immagine piccola a lato) l’aveva predetta la vittoria del Centrodestra, poi il piazzamento del M5S (peraltro il partito singolo piú votato raccogliendo i voti degli insoddisfatti, degli speranzosi e di chi ha ritenuto ancora “troppo a nord” un voto alla Lega) e ultimo, grandemente sconfitta, la coalizione

La politica delle mancette elettorali

La campagna elettorale, che si chiuderà ufficialmente alla mezzanotte di venerdì prossimo per consentire il prescritto giorno di riflessione, é stata caratterizzata da veleni di ogni tipo in ossequio al celebre “Calunniate, calunniate, qualcosa resterà” (il filosofo Bacone aveva scritto: “Calunnia senza timore: qualcosa rimane sempre attaccato”). Insomma, botte da orbi. A questa prima strategia,

La politica del baksheesh

In questo periodo pre-elettorale non passa giorno che non accadano fatti che sembrano fatti apposta per scompaginare i piani dei partiti in lizza. La scorsa settimana un nuovo petardo è scoppiato tra le mani alla Banda della Finocchiona. A quanto si apprende dai giornali, una certa Celeste Oranges è stata assunta con chiamata diretta dal

A Renzi piace la discesa libera

Tutti i sondaggi di questi giorni rappresentano una situazione drammatica per il PD che risulta in netto calo nelle intenzioni di voto degli italiani. Nella buona sostanza, sarebbe il Centrodestra ad avanzare nelle preferenze degli elettori, mentre il Centrosinistra arretra e il M5S resta stabile nonostante la questione dei rimborsi. Il partito guidato da Matteo

Consiglio di volpi…

Un tempo c’era Renzi, l’enfant prodige della politica italiana, che si inventò in periodo pre elettorale un bonus di 80 euro che sarebbe capitato nella busta paga di talune categorie di italiani. Era il 2014 e da lì a poco ci sarebbero state le elezioni europee. Passate le elezioni, i tanto sbandierati 80 euro in

La libertà di essere schiavi

Che cos’è la libertà? Questa parola rappresenta per ogni uomo un traguardo – più o meno raggiungibile – per il suo modo di pensare e di confrontarsi con tutto ciò che lo circonda, per il suo benessere e, in fondo, per la sua intera esistenza. Ma la libertà è anche un concetto spesso abusato e

Il ritorno del Duce

Il Duce é tornato ed è pronto a riprendere il posto che forse non aveva mai davvero lasciato nel cuore del suo popolo. Roma, piazza Vittorio Veneto, un redivivo Mussolini appare improvvisamente agli italiani di oggi. Stranito, a causa dei molti cambiamenti occorsi dal 1945 a oggi, inizia un viaggio attraverso l’Italia per riabilitarsi agli

Se questa è democrazia…

Riportiamo l’opinione del sociologo Antonio Giangrande, autore del saggio “Governopoli” (e di altri saggi dedicati per ogni fazione politica presente in Parlamento), su cosa pensa delle formazioni politiche che si apprestano ad affollare le nostre serate televisive. Ecco cosa ci ha inviato il dott. Giangrande: . “I nostri politici sono solo mediocri amministratori improvvisati assetati

Il Risorgimento di ieri e di oggi

Ebbene sì, sono un piemontese da diverse generazioni, uno di quelli che, sino a non molto tempo fa, andava fiero di appartenere a quella regione che diede i natali all’unità d’Italia … ma fu vera gloria? La prima nota stonata la sentii da un famoso esponente politico della Lega Nord, anche lui piemontese, e poi

Oggi incontro Metternich

Ore 17,02 solito treno soliti volti stressati , la stanchezza affiora sulle rughe di studenti e lavoratori , un alito di vento freddo mi accarezza la schiena, mi desta , ed in questo preciso momento che noto un volto fiero e gentile , mi sembra di conoscerlo mi ricorda qualcuno. Mi faccio largo tra zaini

Mio padre ha visto…

Pacchi su pacchi di schede. “Così grossi – raccontava mio padre – che ci si potevano infilare le braccia”. Tutte schede già votate e tutte con la croce sullo stesso segno: a sinistra, sull’Italia turrita, che simboleggiava la Repubblica, contro la Monarchia rappresentata dallo scudo dei Savoia. Il giovane Brigadiere Beltotto vide quelle schede, negli

Rosatellum bis: non cambia il sistema degli inciuci

Nelle scorse settimane, e ovviamente in questa appena trascorsa viste le votazioni avvenute in Parlamento, si è parlato del “Rosatellum” ossia del sistema elettorale proposto alla Camera dal deputato PD Emanuele Fiano (quello della omonima proposta di legge contro la libertà di pensiero ed espressione avventatamente approvata dalla Camera). E’ bene sapere subito che tale