Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

25 Novembre 2020

Cina

8 marzo: il coronavirus “regala” alle donne una mortalità inferiore

Appare come una notizia costruita apposta per il giorno della donna ma uno studio statistico condotto dall’OMS, sulla base dei dati desunti in Cina, sembra indicare che la mortalità da Covid-19 è diversa a seconda del genere. Lo studio, ripreso dal Telegraph (NDD: noto media giornalistico statunitense) indicherebbe che, considerati tutti i casi (quelli confermati

La via della seta o una nuova colonizzazione?

Deng Xiao Ping suggerì a chi sarebbe venuto dopo di lui di muoversi nel mondo sempre mantenendo un basso profilo per non spaventare gli amici e soprattutto i nemici/concorrenti. Il suggerimento è stato fatto proprio da tutti i suoi successori che hanno sempre ripetuto che l’obiettivo della nuova Cina è sempre e soltanto quello di

Dalla Cina con furore

La Cina è diventata la fabbrica del mondo, ma la sua presenza aggressiva in tutto il pianeta risveglia l’allarme. Pechino ha accelerato la sua politica di influenza globale: in Africa acquista pezzi di economia, controlla regimi e porzioni di territorio, costruisce infrastrutture, sfrutta risorse, prepara un futuro prossimo di potenza planetaria egemone. Il Ventunesimo sarà

Candy: un colpo di mano cinese la strappa all’Italia

Lo abbiamo scritto molte volte su queste pagine: la Cina ha adottato da tempo una politica estera aggressiva fondata su basi finanziarie. E’ noto infatti, come stiano di fatto acquistando quote importanti del debito pubblico di alcune nazioni e incuneandosi nel tessuto economico e industriale di altri paese mediante una aggressiva politica di acquisizioni industriali.

La Cina conquista l’Africa (e forse il mondo)

La Cina sta costruendo in Angola e in tutta l’Africa città quasi del tutto vuote. Vi raccontiamo il perché. All’incirca dal 2011 in molti Paesi africani, e in principal modo in Angola, stanno sorgendo nuove città, con tanto di edifici abitativi, servizi, centri commerciali, ospedali, cliniche e quant’altro una normale città dovrebbe avere. L’unica cosa