Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

26 Gennaio 2021

Armir

Le marce del Davaj (2a parte)

I feriti venivano uccisi immediatamente perchè d’ingombro alle colonne in marcia verso le stazioni ferroviarie. La mortalità raggiunse livello altissimi e non ci fu alcuna registrazione dei morti che venivano lasciati sul campo di battaglia senza sepoltura. Le autorità sovietiche erano al corrente di quanto stava accadendo ed emanarono numerosi decreti che non modificarono però

Le marce del Davaj (1a parte)

Il patto Molotov – Von Ribbentrop, o “di non aggressione”, fu firmato tra Germania e Unione Sovietica firmato il 23 agosto 1939. Esso, oltre ad accordi di carattere economico resi pubblici, conteneva un quarto protocollo tenuto nascosto che sanciva la spartizione dell’Europa orientale tra le due potenze. All’alba del 22 giugno 1941 la Germania nazista

Togliatti: se non assassino, almeno complice

Non è raro che persone nate e cresciute in Italia abbiano servito o ancora servano governi stranieri. Si tratta, per la maggior parte, di individui la cui provenienza familiare o culturale fa ascrivere più ad un’altra nazionalità che a quella italiana. Ciò in parte può giustificarne il comportamento che, tuttavia, se non moralmente è legalmente

Dalla Russia con dolore!

Era il 16 dicembre del 1942. Una data questa che, con quella di Caporetto di venticinque anni prima, ricorda una delle più tragiche ed umilianti sconfitte del nostro Esercito. L’8^ Armata italiana, in Russia, più conosciuta forse con il nome di “ARMIR”, venne ferocemente annientata, dando vita alla più tragica delle ritirate, con una marcia