Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

23 Settembre 2021

Prima pagina

Draghi e Mattarella: nuovi partiti per il bene della cosa pubblica italiana

Mario Draghi non è un leader politico, ma uno dei vertici istituzionali dello Stato. E non va inteso come taumaturgo, ma come soggetto istituzionale che potrebbe promuovere burocraticamente una legge per fare ripartire i partiti attuali, le cui leadership non hanno interesse a cambiare, mentre un soggetto istituzionale interessato realmente al miglior governo dello Stato

Draghi, Orwell e la pandemia

Speranza e saggia gestione della epidemia da Covid-19. La Sociatria Organalitica, la mia scienza sociologica rinnovata, nasce come prassi dell’intervento di cambiamento socio-organizzativo e politico attraverso l’uso magistrale dello strumento *verbale* (lessurgia). Se non fosse così, umile e concreta, non avrebbe prodotto circa 1000 casi clinici, di cui 500 documentati, su società anche di massima

Afghanistan, ritorno al passato (ora ci prova la Cina a conquistarlo)

Dopo una settimana dall’inizio dell’annunciato ritiro delle truppe alleate occidentali dall’Afghanistan, sebbene la situazione sia ancora estremamente fluida è possibile tracciare un primo bilancio di questi vent’anni di occupazione americana, tentando anche una possibile previsione per i mesi a venire. Occorre premettere che l’invasione del territorio controllato dai talebani era stata programmata e pianificata da

Afghanistan e legge Zan: Talebani o Zan-ebani?

Quanto succede nel mondo non può non farci pensare al destino dell’uomo e della donna dell’umanità. Chi ama la creazione e la natura si domanda, oggi: ma possibile che per salvaguardare la umana varietà si debbano rifondare i suoi criteri, ammettendo ogni cosa in “cultura” (la teoria del gender), a scapito delle differenze di “natura”,

Draghi, Green Pass e strategia mondiale

Il COVID-19 come Hiroshima. Per prima la buona Politica, poi gli interessi economici. È sano buon senso, esplicitato da Giorgia Meloni, il fatto che una misura come il Green Pass non debba nuocere alle attività economiche e, in particolare, al Turismo. Ma per capire bene il problema di cui il verde lasciapassare è un aspetto,

Wembley: un thè con la regina

Palazzo di Buckingham, Londra, esterno giorno. La sala da the della sovrana è finemente arredata, come tutte le altre stanze, del resto. Un ritratto del defunto principe consorte Filippo di Grecia e Danimarca campeggia alle spalle della vecchia regina in tutta la sua fierezza, nell’uniforme di Lord High Admiral della Royal Navy. Seduto accanto alla

FINALE: DRAGHI BATTE GRILLO 7 A 0

Sono scese in campo in questi ultimi mesi le squadre della Rivoluzione Democratica e quella della Restaurazione Democratica. Nella finale della legislatura crolla l’accozzaglia cinquestelle. Entrambe avevano motivo di tentare di vincere la tenzone, in quanto il vuoto lasciato del vecchio corpo partitocratico, giustiziato da Mani pulite, aveva privato lo Stato di una guida, dunque

Mario Draghi e l’ultima Cina

Mario Draghi sta conducendo con intelligenza lucidissima la politica estera italiana. Nessuno può dare pareri definitivi, ma al G7 lo si è visto molto forte verso gli altri del mondo: non esibisce mogli, e sorride. Un grande. Mi sta piacendo davvero. E olimpicamente digerisce il bibitaro Di Maio agli esteri, quello del penoso uno vale

Nessuno si inginocchia per Saman?

La tragedia che ha monopolizzato in questi giorni le prime pagine di giornali e notiziari, è la quasi certa morte di una ragazza pakistana, Saman Abbas, che viveva in Emilia con la famiglia e aveva rifiutato un matrimonio combinato con un connazionale più vecchio di lei. Saman voleva vivere all’occidentale e così si vestiva, agiva,

Una Brusca sterzata buonista

E’ la notizia della settimana quella del ritorno in libertà di Giovanni Brusca, ‘u verru (il maiale), l’autore della strage in cui morirono il giudice Falcone con la moglie e la loro scorta, reo d’aver sciolto nell’acido un bambino. Brusca fu arrestato il 20 maggio del 1996. Intorno alle 21.30 una motocicletta smarmittata percorre le

Draghi, Coraggio Italia e Berlusconi

Fusse che fusse a vorta bbona? Il discorso di Draghi che sottolinea quanto già annunciato da me quasi due mesi fa sulla necessaria strategia mondiale contro il virus, per via delle varianti che si creano presso i Paesi che lo hanno lasciato circolare e che vengono poi a nuocere in breve anche noi che abbiamo

Dragheide – Dragottimismo

Va detto che, rispetto a quanto equilibratamente paventato nelle “puntate” precedenti, il nostro Timoniere sta mostrando un profilo ferreo e rassicurante. Finora, come tempi e contenuti, ci ha preso in tutto. E, quando si parla seccamente di Fisco non lascia adito a dubbi: niente tasse, espansione, fiducia e forza impresa e consumi. Rimane l’ipotesi abusata

Perché Draghi non si paga lo stipendio

Perché …. “La vita è breve, l’anima è eterna” ! Fare il Presidente del Consiglio dei Ministri in Italia, avendo cultura istituzionale non solo italiana, mentalità cosmopolita, avvedutezza finanziaria, sensibilità multi-democratica europea (patria della democrazia, anche se UK se n’è andata per motivi tecnici ed economici), serietà, motivazione e concretezza è una missione davvero contraddittoria.

Spari in Libia sull’Italia

Caro Draghi e ancor più caro pupetto Di Maio, mentre sparano ai nostri pescherecci in Libia, diamo uno sguardo sulla direzione che deve prendere la nostra politica estera in virtù del reale andamento della competizione mondiale tra blocchi ed economie. Insomma, vediamo i veri orizzonti strategici. Non deve essere la cultura neo-idealistica a guidare la

Mario Draghi: Achab o Trinchetto?

Con questo PNRR, con l’uso di quasi altrettanti soldi, in buona parte pagati da noi sempre, ottenere 300 miliardi di PIL al 2026 è troppo poco e non è ciò che serve: è solo poco di più di ciò che ci ha tolto il covid. Non è ciò che sarebbe stato possibile fare. Ora, occorrono,

Grillo: la peggior difesa possibile

Ha fatto molto discutere il video di Beppe Grillo in cui il comico che meno fa ridere in Italia lancia durissime invettive contro la magistratura e, purtroppo contro la presunta vittima di uno stupro che avrebbe visto come attore co-protagonista suo figlio Ciro. Ho intenzionalmente usato il condizionale perché è doveroso per un garantista come

Ripresa o morte: Draghi e i suoi virus

Non vi è alcun dubbio che il mestiere di Presidente del Consiglio dei Ministri in Italia, oggi, 2021, sia particolarmente arduo. E ciò per 2 motivi prevalenti: 1. la complessa situazione di una pandemia da virus fortemente contagioso e mutageno; 2. la complessa situazione economica con i conti più sballati della glicemia di un diabetico

Clima: aumenta la siccità

Secondo uno studio pubblicato recentemente su Environmental Research Letters da un team di ricercatori portoghesi dell’Universidade Nova de Lisboa e tedeschi del Max-Planck-Institut, negli ultimi 50 anni in Europa  la perdita dei raccolti agricoli a causa della siccità è triplicata. Che i cambiamenti climatici stiano causando l’aumento delle perdite di raccolti è già empiricamente noto e altri

Draghi: ancora ombre sul turismo

Perché. Draghi? I veri termini del problema dello sviluppo economico turistico a Nord e a Sud. Mentre i ministri dello sviluppo economico Giorgetti e del Turismo Garavaglia mandano segnali poco chiari e mostrano un work-in-progress che è forse un work-in-regress (con l’apertura delle rotte verso l’estero e la blindatura dell’incoming…), il settore turistico italiano grida

L’ex Sergente Giulia Schiff, espulsa di nuovo dall’Accademia, inguaia 8 cadetti

Ne avevamo già parlato il 20 gennaio 2019 (vedi articolo a margine) ma il caso dell’Allieva pilota di complemento dell’Aeronautica Militare Giulia Jasmine Schiff, veneziana poco più che ventenne, dimessa “d’autorità” dall’Accademia aeronautica militare di Pozzuoli per insufficiente attitudine militare è ben lontano dal potersi considerare chiuso. La Schiff denunciò d’aver subito atti di nonnismo

Cose d’altri e cose nostre

Dovendo commentare la settimana politica, il cronista in questi giorni è attanagliato da un dubbio: se sia più importante la politica nazionale o quella estera. Sì, perché due avvenimenti stanno scuotendo il polveroso sacco delle miserie umane e sinceramente parlare dell’uno o dell’altro può fare la differenza solo per quanto riguarda soggetti e verbi, mentre

WM raggiunge i 200.000 lettori !

E’ con forte orgoglio e soddisfazione che comunichiamo che nella scorsa settimana WeeklyMagazine, ha raggiunto la soglia dei 200.000 lettori che, come evidente dalla statistica, accedono soprattutto dall’Italia – ma non sono in effetti pochi i lettori americani – e piccoli numeri di lettori accedono dalla Cecoslovacchia, dalla Germania e dalla Francia. Un traguardo insperato

Italia: perché Draghi e non Monti

1652 miliardi di euro, -160 miliardi di euro circa rispetto al 2019. Un crollo inaudito per il PIL italiano nel 2020. Un vero disastro, che riporta la nostra economia a livelli da anni ’90. Non ci si salva senza la crescita economica. Sembra un gioco di parole, ma fino a che non capiremo profondamente come

L’America si è fatta il Biden…

L’elezione di un presidente degli Stati Uniti comporta ogni volta una serie di procedure che partono dalla campagna elettorale ma non si concludono con la proclamazione del vincitore. Questa volta abbiamo potuto verificare come le elezioni presidenziali americane siano diventate tutto a un tratto un momento di sfogo generalizzato di pulsioni animali che da tempo

E ora, caro Draghi, bisogna davvero adottare la “Strategia della Spugna”

I destini dell’Italia, con fantasia e coraggio: I have a dream, un sogno, e un programma di sviluppo economico italiano con l’Economia Turistica Integrata (ossia con la strategia della spugna). Non è mai un errore guardare le cose come sono. Mentre in tutto il mondo e anche per noi la Globalizzazione economica omogeneizza, l’Antropocene moltiplica

Officine Cerutti: la lotta dimenticata

Le officine meccaniche Cerutti di Casale Monferrato (AL) sono state per anni leader nella produzione di macchinari per la stampa. Le rotative dei maggiori quotidiani in tutto il mondo sono marchiate Cerutti, e il marchio è sempre stato sinonimo di qualità e versatilità tutte italiane. Purtroppo con l’avvento di internet i quotidiani a stampa hanno

Lettera aperta a Mario Draghi

La vera vittoria del Next Generation Plan EU è la forte crescita del PIL italiano. Caro Presidente incaricato, da socioeconomista clinico, attivo sui funzionamenti di questo Paese da oltre 40 anni, con attività consulenziali, imprenditoriali, formative, accademiche e di ricerca in tutti i campi della vita civile, economica e istituzionale, ho maturato alcune certezze sulla

Draghi, Conte e il solito balletto finto

Cosa si deve fare dell’Italia? Cari amici italiani, pensate di essere voi a deciderlo? A destra e a sinistra, vi sbagliate. Non siete voi, e nemmeno stavolta. Il teatrino che vi mostrano (se mi chiedete chi è il regista e chi sta scrivendo il copione, è impossibile rispondere ma c’è) è volto a un solo

USA: nei disegni di Belansky lo spettro d’una nuova secessione

USA, Inauguration Day – Con questi due disegni di soldati confederati, liberamente interpretati, vorrei rendere omaggio alla storia dell’esercito sudista.Come è noto la Confederazione combattè una autentica guerra di popolo per difendersi dall’aggressione unionista.Il Sud aveva una economia in contrasto con quella del Nord. Il Sud era per il libero mercato mentre il Nord per

Il politico conservatore: passi indietro, passi calibrati e passo dell’oca

La questione Trump e il nuovo modello merito-aristocratico della Democrazia nel mondo. Perfino un grande Paese come gli United States of America ha un problema di adeguatezza del modello democratico rispetto agli eventi globali e alla strutturazione di fatto del potere nel mondo. Come se la necessaria separazione dei poteri richiesta dalla democrazia sia troppo

2020: facciamo il bilancio

È giunto il momento di fare il bilancio di quest’anno appena finito. Un annus horribilis, non c’è dubbio, come non se ne vedevano dai tempi della Guerra, sebbene per motivi diversi. Nonostante gli anni scorsi ad ogni fine dicembre si era soliti dire che difficilmente il successivo avrebbe potuto essere peggio, crediamo che questa volta

Il politico conservatore: sveglia Italia

Il quadro politico-amministrativo italiano centrale e locale è sempre più zoppo. Che abbiamo istituzioni e storia, non significa che le abbiamo corrette. Infatti non le sono. La sinistra è storta in un modo. La destra è storta in un altro. La Democrazia è conseguentemente storta, e troppo per “essere”. Infatti non è. Poi ci sono

Recovery Fund: dove mettere i soldi

Il problema dello sviluppo economico turistico a nord e a sud. Il lavoro sull’area delle ceramiche (province di Modena e Reggio Emilia) mostra un giacimento ricco di beni culturali, dalla posizione strategica e praticamente sconosciuto a livello nazionale e internazionale. Tali elementi ne qualificano lo stato di “tesoro nascosto”. Lo utilizzerò come caso emblematico del

Arecibo: collassa il radiotelescopio. In frantumi il sogno di contattare E.T.

Solo la scorsa settimana avevamo parlato del radiotelescopio di Arecibo (Porto Rico) e avevamo raccontato che il gigantesco impianto era stato dismesso a seguito dei considerevoli danni alla struttura portante dovuti al terremoto di Porto Rico avvenuto a gennaio 2020.  Nell’articolo apparso su WM il 29 novembre scorso quasi avevamo profetizzato la sua definitiva distruzione

Arecibo chiude: addio omini verdi?

Andrà probabilmente in pensione il radiotelescopio più celebre del mondo, quello di Arecibo, nell’isola di Porto Rico. Famoso per la caccia ai segnali di vita extraterrestre, con il progetto Seti (Search for Extra-Terrestrial Intelligence), e stato protagonista di celebri scoperte come le pulsar, tra le più intense sorgenti radio del cosmo, o il primo pianeta

Cosa ha fatto Trump?

Donald Trump, il più disprezzato presidente USA della storia è stato forse il migliore, colui il quale si è posto l’obiettivo di non lasciare affondare il mondo. Quello che i Democratici chiamano “il pagliaccio della Casa Bianca” ha appena negoziato quattro accordi di pace in Medio Oriente, qualcosa che in 71 anni di intervento politico

Assegnati i Nobel per la fisica e chimica

Nel mese di ottobre sono stati assegnati a Stoccolma i premi Nobel 2020 per la Chimica e per la Fisica. Quest’anno, il Nobel per la Chimica lo hanno condiviso la biochimica francese Emmanuelle Charpentier e la chimica americana Jennifer A. Doudna con la motivazione «per lo sviluppo di un metodo per l’editing del genoma». Le

Dall’autodromo di Imola “Testacoda”, il nuovo frizzante videoclip di GRID

MUSICA, MOTO ED ELTTRIZZANTI COREOGRAFIE: LIBERTA’ E GRINTA SONO GLI ELEMENTI CHIAVE DI GRID E DEL VIDEOCLIP UFFICIALE DI “TESTACODA”, IL SUO NUOVO SINGOLO, GIRATO ALL’AUODROMO DI IMOLA E’ online su YouTube il videoclip ufficiale di “Testacoda” (Artist Development Cosmophonix Prodction), il nuovo singolo della talentuosa cantautrice padovana Grid che, a soli 7 giorni dall’uscita in radio e

Tafferugli per il lockdown di De Luca. Marco Nonno (FdI): sono contro teppismo e violenza ma resto solidale coi lavoratori

Esasperazione e, forse, presenza di sobillatori trasformano i pacifici flash mob di commercianti e gente comune in una polveriera.  Dalle istituzioni regionali risposte avventate perché miopi e parziali. Tra tafferugli e cariche delle Forze dell’Ordine si è consumata la prima serata di coprifuoco della Campania con la gente che manifestava contro il lockdown spavaldamente annunciato

Autostrade: fuori i Benetton, e noi paghiamo!

Una vecchia canzone della goliardia patavina iniziava con: “Eravamo tre fradei, tuti rossi de cavei…” Tralascio lo sconveniente seguito, comunque non pertinente l’ho citata perché ogni volta che si sentono nominare i fratelli Benetton mi torna in mente il ritornello. È spiacevole ma occorre ritornare nuovamente sulla querelle tra governo e famiglia Benetton relativa all’uscita

Intervista a Mirko De Carli

“La carità stessa stimola visioni e sogni”, ha scritto Andrea Riccardi in un editoriale (Famiglia Cristiana del ottobre 2020), dando espressione al suo anelito ad un impegno più incidente dei cattolici nella sfera pubblica. Caro Mirko, se, come diceva san PaoloVI, la politica è forma alta di carità, non è forse altrettanto vero che al

L’Italia dell’emergenza continua

Nella notte tra venerdì 2 e sabato 3 ottobre una violentissima perturbazione ha flagellato il nord-ovest d’Italia. Ingenti i danni a causa dell’esondazione di fiumi e torrenti. A Garessio le intense piogge della giornata odierna hanno provocato l’esondazione del fiume Tanaro, che ha abbandonato il suo letto poco prima delle 22.30 in zona ponte “Generale

Marco Nonno eletto al Consiglio regionale Campania. Il primo pensiero al papà e alle periferie

Marco Nonno (FdI) stavolta ce l’ha fatta. Con 7.211 preferenze è riuscito a conquistare uno scranno al Consiglio regionale della Campania. La vittoria di Marco Nonno è stata un’affermazione voluta ed inseguita da tanti anni, non certo frutto di un caso ma di tanto lavoro politico e sul territorio partendo dalla sua Pianura, popoloso quartiere

Eric Grauffel, 8 volte campione del mondo di tiro dinamico, intervistato in esclusiva da WM

Eric Grauffel, francese classe 1979 e otto volte campione del mondo di tiro dinamico e altrettante volte campione europeo, la particolare disciplina sportiva di tiro con armi da fuoco nella quale l’atleta si muove lungo un percorso ingaggiando bersagli e sfruttando ripari, si trova in Italia e precisamente presso il Dynamic Shooting Club in Giugliano

Elezioni Campania – Marco Nonno: “Lavorerò per le periferie (dove le sinistre hanno fallito)”

Marco Nonno (FdI), consigliere al Comune di Napoli, è candidato alle regionali della Campania. Lo intervistiamo in esclusiva per i lettori di WeeklyMagazine. Nonno (NDR: a sx in foto, insieme alla collega Gabriella Peluso (FdI), come lui candidata al Consiglio regionale della Campania, e all’avv. Aldo Galdieri (FdI) candidato al Consiglio comunale di San Giorgio

Il politico conservatore – Questa non è democrazia, dal 1946 a Palamara

Nel 1946 nasce la Repubblica Italiana e nel 1947 si dà una Costituzione, in buona parte filosofica e in altra parte inattuata. La pratica perversa di oltre 40 anni di democrazia claudicante grava, sostenuta soprattutto dai vecchi partiti, sulla società italiana e sugli italiani (anche per motivi strategici) fino al cessare della “guerra fredda” con

Post più vecchi››