Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

 
Direttore: Vincenzo Di Guida

RSS Feed

23 ottobre 2018

Editoriali

Al sud, idee disoneste

“Nel Sud iniziano già a girare, purtroppo, alcuni ragionamenti pericolosi della serie: “Vado a lavorare in nero, non vado a lavorare a contratto, in chiaro, perché così prendo il reddito di cittadinanza. Io mi preoccupo”. Queste le parole di Maurizio Martina ospite recentemente nella trasmissione “Otto e Mezzo” di La7 cercando di giustificare la tesi

Ciro a Formia, la pizza, e il Neoliberismo

Prima di scagliarmi nuovamente contro il neoliberismo (per essere precisi è già la 3a volta), devo premettere che queste riflessioni le ho elaborate mentre ero seduto nell’Antica Pizzeria di Ciro a Formia, mentre degustavo le squisitezze del pizzaiolo Michele Capuozzo (artefice di una pizza all’insegna della tradizione napoletana più autentica), riflettevo tra me e me

L’Italia delle continue emergenze

Il mese scorso Il ponte di Genova. Nei giorni scorsi il maltempo in Calabria. Oggi il terremoto a Catania. Una Italia senza pace passa da una emergenza all’altra, oramai senza soluzione di continuità al punto che la gestione delle emergenze, che dovrebbe avere carattere eminentemente straordinario, é percepita quasi come roba da ordinaria amministrazione. Addirittura,

De-dollarizziamoci !

La frase “pecunia non olet” (i soldi non puzzano) sembra sia stata coniata (scusate il gioco di parole) dall’Imperatore Romano Vespasiano, che aveva regnato dal 69 al 79. Generalmente, significa che il valore del denaro rimane sempre lo stesso, indipendentemente da come è stato ottenuto. Vespasiano non aveva tutti i torti: il denaro che circolava

Lettera aperta agli italiani

Siamo tra i popoli più oscuramente e più illiberalmente condizionati dall’Europa: dalla politica migratoria ai conti pubblici, dalle banche all’agricoltura, non c’è ambito in cui Bruxelles non detti i suoi diktat, per metà assurdi e per metà punitivi, ai governi italiani. Non solo: le scorribande straniere nei nostri settori produttivi in nome di un’economia aperta,

Sangue chiama sangue

Oggi 8 settembre 2018. A 75 anni da quello che io definisco (come molti) il giorno della vergogna per l’Italia vorrei anche io, oggi, occuparmi di quella fatidica data ma non per giudicare chi avesse ragione o torto ma condurre un breve excursus storico su di un argomento poco conosciuto e poco discusso il perché

Più che i ponti, in Italia tracolla la morale

Crolla l’Italia. Crolla moralmente, economicamente, spiritualmente. Nel 2018 i ponti non dovrebbero crollare. Non è accettabile. Con i grattacieli da 70 piani e tunnel che passano sott’acqua si dovrebbe riuscire a fare un ponte. E invece no. invece il ponte crolla, e già nel 2012 le autorità liguri facevano le interrogazioni parlamentari per quel ponte

Due pesi e due misure

No, non è l’ennesima alzata di scudi pro Salvini. Non crediamo ne abbia bisogno e WeeklyMagazine non è una rivista che riceve contributi economici dalla lega. Ma non ci piacciono le storture e se è vero che la giustizia è potere indipendente dalla politica non lo è, certamente, dall’etica e dalla morale al punto da

Invito ai giovani

Disse Milton Friedman, padre del neoliberismo: «Lo shock serve a far diventare politicamente inevitabile quello che socialmente è inaccettabile». Il trauma della Grecia risale all’estate del 2015: con la giacca gettata sul tavolo al grido di «prendetevi anche questa», il primo ministro Alexis Tsipras firmò la resa senza condizioni della sua nazione sconfitta: umiliato di

Mass media e potere

Centuplicare le realtà negative: questa è la “ricetta avvelenatrice” dei mass media. Vicino Roma c’è il lago di Bracciano, che fornisce alla capitale l’otto per cento dell’acqua usata in città. Durante la siccità dell’estate 2017, il livello del lago è sceso, a causa appunto della mancanza di piogge; dell’evaporazione e del prelievo di acqua per

Post più vecchi››