Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

 
Direttore: Vincenzo Di Guida

RSS Feed

24 Gennaio 2020

Post di: Vittorio Bobba

Craxi driver

Circola un video (che vi invito a guardate) che racconta i fatti accaduti a Sigonella la notte del 10 ottobre del 1985 quando caccia degli Stati Uniti dirottarono e fecero atterrare nella base catanese (allora della NATO) l’aereo di linea egiziano che trasportava i terroristi palestinesi i quali avevano sequestrato la Achille Lauro uccidendo un

I pesci in barile

… e finalmente accadde. È notizia della scorsa settimana che il movimento delle sardine terrà il suo primo congresso nei prossimi mesi. La data sarà stabilita entro la fine di gennaio ed è probabile che prima della prossima primavera il nuovo movimento dia origine ad un soggetto politico strutturato. E’ opinione comune che tale soggetto

Le marce del Davaj (2a parte)

I feriti venivano uccisi immediatamente perchè d’ingombro alle colonne in marcia verso le stazioni ferroviarie. La mortalità raggiunse livello altissimi e non ci fu alcuna registrazione dei morti che venivano lasciati sul campo di battaglia senza sepoltura. Le autorità sovietiche erano al corrente di quanto stava accadendo ed emanarono numerosi decreti che non modificarono però

Le marce del Davaj (1a parte)

Il patto Molotov – Von Ribbentrop, o “di non aggressione”, fu firmato tra Germania e Unione Sovietica firmato il 23 agosto 1939. Esso, oltre ad accordi di carattere economico resi pubblici, conteneva un quarto protocollo tenuto nascosto che sanciva la spartizione dell’Europa orientale tra le due potenze. All’alba del 22 giugno 1941 la Germania nazista

Togliatti: se non assassino, almeno complice

Non è raro che persone nate e cresciute in Italia abbiano servito o ancora servano governi stranieri. Si tratta, per la maggior parte, di individui la cui provenienza familiare o culturale fa ascrivere più ad un’altra nazionalità che a quella italiana. Ciò in parte può giustificarne il comportamento che, tuttavia, se non moralmente è legalmente

Le assurdità della giustizia

Quando si parla di giustizia in Italia occorre dotarsi di una buona dose di pazienza, almeno di molto senso dell’umorismo. Non è raro infatti imbattersi in assurdità che raggiungono vette incredibili. Vediamone alcune, prendendo in considerazione solo l’aspetto penale, ben più ‘pesante’ per il cittadino, sebbene anche il civile abbia le sue incoerenze. Innanzi tutto

Per Conte non c’è limite alla vergogna

E’ estremamente difficile, questa settimana, decidere quale avvenimento dell’attualità politica italiana commentare. Gli argomenti che tengono banco sono molti, tra un litigio e l’altro dei separati-in-casa provvisoriamente al governo, le questioni vergognose (pietose?) della vertenza ILVA, dei ponti che crollano e dei terremotati del centro Italia che anche quest’inverno lo passeranno al freddo in quanto

Croazia, il martirio della X Mas

Erano di stanza sull’isola di Lussino, quando ancora non era Croazia ma Jugoslavia. Una quarantina di uomini a difesa di Neresine e Zabodaschi. Portavano il berretto e le mostrine della X Flottiglia Mas, ma le divise erano logore, le giubbe strappate o abbandonate in un’altra trincea. Il principe Borghese li aveva mandati a contrastare l’avanzata

ILVA, era già tutto previsto?

A costo di sentirmi dare del prevenuto e del malfidente, voglio qui esprimere un dubbio che mi assale da qualche giorno, e cioè che il pasticcio dell’ILVA sia stato freddamente pianificato. Pensiamoci un momento: Mittal Steel Company N.V. è un colosso Indo-Britannico abituato a grandi produzioni che si confronta da anni coi grandi gruppi cinesi.

Post più vecchi››