Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

 
Direttore: Vincenzo Di Guida

RSS Feed

23 ottobre 2018

Post di: Mario Liotti

F1 – Gran Premio di Austin (USA)

Ad Austin, la Ferrari tenta le ultime carte, per far rinviare i festeggiamenti a Lewis Hamilton e alla Mercedes. Le prove del venerdì sono state flagellate dalla pioggia, che è caduta copiosa sul circuito. Quando si è poi potuto girare il più veloce è stato, inutile sottolinearlo sempre lui, Lewis Hamilton. Ma come si dice,alla

F1 – Hamilton oramai campione del mondo

Un piccolo dato statistico che farà venire il magone ai tanti sostenitori della Ferrari e non solo, qui a Suzuka, il record delle vittorie (6) e delle pole position (8) appartiene all’indimenticabile Michael Schumacher. Dopo il disastro andato in scena sabato durante le qualifiche, la gara non va meglio. In partenza Hamilton è velocissimo e

F1: Hamilton in fuga (ma senza entusiasmo)

In Russia, forse, è andata in scena la consacrazione della Mercedes per l’anno 2018 e del suo fantastico interprete, Lewis Hamilton. Il pilota inglese ha vinto la gara davanti ad un tristemente non belligerante, Valtery Bottas, che da perfetto mansueto compagno di scuderia, ha permesso, con una delle manovre più arrendevoli, osservate su un circuito

MotoGP: Il Gran Premio della Thailandia

Nelle prove libere di venerdì piove sul bagnato per Jorge Lorenzo, che reduce dal volo in gara ad Aragon, dove si era fratturato un dito del piede, è caduto a causa di un problema tecnico della moto, per il blocco della ruota posteriore. La moto è andata completamente distrutta mentre per il maiorchino si è

MotoGP: È sempre più Marquez!

Marquez ha rischiato molto perché per battere la Ducati di Dovizioso ha montato una gomma morbida al posteriore lottando contro i tecnici della HRC che erano contrari, dopo il warm up , ma alla fine lo spagnolo ha avuto ragione, sia perché la gomma ha tenuto bene la gara senza mostrare segni eccessivi di cedimento,

F1: Gran Premio di Russia

Arriva in settimana la notizia che tutti da tempo attendeamo. Dopo 7 anni, gli ultimi furono Vitantonio Liuzzi e Jarno Trulli nel Gran Premio del Brasile 2011, torna in Formula 1 un pilota italiano tra l’altro su un’auto italiana, sarà infatti Antonio Giovinazzi 24enne di Martina Franca in Puglia, il pilota che affiancherà Raikkonen nella

F1: Incontrastabile Lewis

Il Gran premio di Singapore si corre in serale in un’atmosfera che ha davvero del magico. In partenza Hamilton , autore di una qualifica davvero entusiasmante, è davanti a tutti con la possibilità di essere difeso indirettamente da Verstappen che ha conquistato la seconda posizione, respingendo Vettel in seconda fila. La gara prevede 61 giri

MotoGP: Forza Ducati!

Questo fine settimana ci sarà il test verità per la Yamaha , che tanto ha deluso ed in modo inaspettato nel week end di Misano Adriatico. Non tanto in sede di qualifiche dove la performance è stata di buon livello, quanto in gara dove la moto non è mai stata in gara , scomparendo nell’anonimato

Post più vecchi››