Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

14 Luglio 2020

Post di: Antonio Rossello

I partigiani azzurri

La Resistenza delle formazioni di ispirazione moderata militare, un capitolo non sempre adeguatamente ricordato della lotta al nazifascismo nei disegni di Igor Belansky e nella testimonianza di Luigina Balaclava, figli di Pasquale Balaclava, il progettista dell’aeroporto partigiano di Vesime (AT). La posizione del sociologo Sergio Bevilacqua. L’articolo dal titolo: “Luoghi non sempre noti d’Italia: l’aeroporto

Ivan Cuvato. Cromatica sinderesi in un sogno americano

L’arte come libera espressione, senza mezze misure, aldilà di ogni convenienza e di ogni compromesso. Il nostro pittore, con il gusto estetizzante della teatralità dei gesti e delle pose istrionesche, reinventa gli atteggiamenti galvanizzanti e imprevedibili di un dannunzianesimo di nicchia. Informale nell’arte, informale nella vita: questa è la sua essenza. (NDR: foto dell’Autore insieme al gallerista Pierpaolo Merighi, al centro, e ad

Luoghi non sempre noti d’Italia: l’aeroporto Excelsior a Vesime (AT)

Le Langhe e il Roero sono il sistema collinare più visitato del nord ovest italiano. Vicine a Torino, una delle capitali mondiali dell’automobile e protagonista nello sport, le colline che si estendono attorno al bacino idrografico del fiume Tanaro sono imperdibili anche per chi vuole scoprire luoghi meno noti della storia italiana. Se pensiamo ai luoghi del partigiano Johnny,

Perché il COVID-19 è riuscito a farci cambiare abitudini e i cambiamenti climatici no

Illustrazione di Igor Belansky. Premessa. Nell’era dell’andropocene, l’Occhio del Potere che è su di noi in ogni luogo per controllarci, e per valutare ogni nostra azione. punta sempre nella direzione che più gli conviene. E da ultimo sembra effettivamente prediligere la figura del virologo a quella del meteorologo. Messa in questi termini, sembra un’assurdità. Ma

22 giugno del 1941. L’attacco della Germania all’URSS: dopo l’incontro, lo scontro fra i totalitarismi

Il rischio di manipolare i fatti storici per costruire narrazioni propagandistiche e miti fondativi. Illustrazioni di Igor Belansky. Seconda guerra mondiale. Sangue e morte. Le vicende sono tragicamente note. Non esisterà mai memoria potente al punto da restituire il senso di tanto dolore. Genocidi, esecuzioni di massa, gulag e lager, impiccagioni e assassini, teste mozzate

Bevilacqua e la sua visione della «sociatria», ovvero la cura responsabile della società

Possiamo affermare di non essere d’accordo. Negare però può dimostrarsi anche in un modo di celare l’evidenza delle cose. Il coronavirus, nel giro di poche settimane, si è trasformato da problema lontano a minaccia seria e controllabile soltanto con severi lock-down di cui l’Italia si è resa apripista in Occidente, stravolgendo la nostra vita quotidiana.

Il contagio del terrore

Dissertazione sulla pandemia della disinformazione e la strategia del terrore con le illustrazioni di Igor Belansky. Terrore. Terrore. Benvenuti nel tempo del terrore. È un terrore contagioso, un loop perverso che può minacciare la sfera quotidiana: le strade, i locali pubblici, la politica, gli ospedali, le scuole e i tribunali, attraverso i media. Il terrore

Gino Donè: l’italiano sul Granma, una vicenda avventurosa poco nota

Grandma: un nome a me a lungo risultato misterioso. Senza chiedermene il motivo, sapevo soltanto che fosse la denominazione della sezione di Celle Ligure, Varazze e Cogoleto dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, presieduta dal mio caro amico Roberto Casella. Un sodalizio piuttosto attivo che, nella propria sede come pure attraverso relazioni e visite internazionali, organizza

Europa, Resistenza e autentico senso del ricordo nel passaggio epocale che stiamo vivendo

Nota redazionale: Le illustrazioni che corredano l’articolo sono di Igor Belansky. In questo mese di maggio 2020, oltre all’inizio della Fase 2 della pandemia da Covid 19, ricorrono date importanti, veri e propri pilastri sui quali largamente è stata costruita l’attuale geopolitica. Antonio Rossello, maggio ‘20 La pandemia di coronavirus che stiamo ancora affrontando e

Luigi Ferraro e Dario Fo. Il degno esempio della logica dei «due pesi e due misure»

La questione meritocratica deve prevalere sempre, sennò non c’è giustizia. La perfetta reiterazione del pregiudizio e dell’auto referenziarsi in politica. Il superamento di convinzione radicate, per non parlare del superamento di dogmi non verificati, richiede uno sforzo del pensiero. Occorre liberarsi dai pregiudizi e dagli schemi che lo bloccano. Una faccenda portata all’evidenza delle cronache

Aboliamo ogni ormai inutile contrapposizione, anche in occasione del 25 aprile

Il tortuoso cammino verso un’autentica pacificazione nazionale Quali sono i veri interessi in gioco? A volte si fatica a capire singoli e organizzazioni che, con una litania un pò stanca, si arroccano ancora su vecchi schemi del passato. Sentono l’urgenza di esserci ancora a tutti i costi, quasi reputandosi unici veri depositari di legittime rappresentanze,