Opera Giocosa di Savona – Programma d’Autunno 2022


Un racconto d’autunno ricco di poesia e messaggi profondi.

Con il ritorno al teatro Chiabrera, l’Opera Giocosa di Savona propone due opere che rappresentano già adesso un evento ed una svolta ancora più marcata verso l’impegno sociale. “Tosca” di Puccini e “Le convenienze ed inconvenienze teatrali” di Donizetti veicoleranno anche una maggiore consapevolezza riguardo ai temi dell’ambiente.

“Dove tutto è possibile” recita lo slogan che accompagna la stagione autunnale dell’Opera Giocosa di Savona. Il ritorno al Chiabrera dell’unico teatro lirico di tradizione della Liguria non può che essere fedele ad una simile vocazione. Dopo i successi estivi di pubblico e critica ottenuti sul Priamar con la terza edizione del Festival Contaminazioni Liriche 20.22, l’Opera Giocosa propone un cartello che è un inno alla possibilità di rendere materia viva e al passo con i tempi un patrimonio unico come quello del ‘bel canto’. I titoli in cartellone sono l’ennesima conferma di un cammino artistico sostenuto dalla qualità e dalla valorizzazione dei talenti andando ad esplorare, oltre al repertorio maggiormente conosciuto della lirica, quello meno rappresentato ma ugualmente apprezzato e dal grande fascino. Ad aprire la stagione sarà Tosca di Giacomo Puccini con la regia di Renata Scotto, mito internazionale della lirica e vanto savonese nel mondo, e la direzione di Giovanni Di Stefano. Venerdì 7 ottobre (ore 20) e domenica 9 ottobre (15.30) – con anteprima riservata alle scuole il 4 e 5 ottobre alle ore 10.30 – saranno le date di un percorso che, già oggi, si presenta come un omaggio all’immortalità della bellezza. E della leggerezza intelligente. Come dimostra il secondo titolo in cartellone, ovvero Le convenienze e inconvenienze teatrali di Gaetano Donizetti che verranno rappresentate venerdì 18 novembre (ore 20) e domenica 20 novembre (15.30, con anteprima riservata alle scuole mercoledì 16 novembre alle 10.30) a cui trasmetteranno uno spirito di modernità la regia di Renato Bonajuto e la direzione di Giovanni Di Stefano. Estremamente divertente seppur non rappresentata spesso, è uno dei gioielli del repertorio del genio bergamasco. Oltre a condividere con tutte le generazioni – sia attraverso la collaborazione con le scuole sia con le associazioni di volontariato che si occupano in particolare della terza età – quella che è una delle ricchezza della cultura italiana nel mondo come la lirica, a sottolineare i valori di un intrattenimento che sappia far riflettere e che sia tutt’altro che scevro da un impegno sociale, a partire da questa stagione l’Opera Giocosa sarà testimonial di un messaggio di teatro ‘sostenibile’ oltre che di qualità. Grazie ad uno sponsor come l’Acqua Calizzano, verrà veicolata l’idea di un mondo che, anche nell’ambiente teatrale, sappia fare a meno di un materiale estremamente inquinante come la plastica.

«Come già avvenuto, ad esempio, nel recente passato, con temi quali la valorizzazione della donna di cui abbiamo sempre esaltato la fondamentale importanza nella società, anche in questa occasione attraverso il nostro lavoro andremo a suggerire spunti di riflessione e consapevolezza sociale – commenta Giovanni Di Stefano, presidente e direttore artistico dell’Opera Giocosa di Savona – Il rispetto dell’ambiente per la costruzione di un futuro davvero migliore e ricco di opportunità specie per le giovani generazioni, parte dai piccoli gesti quotidiani. Noi li suggeriremo proponendo due opere che sono un inno all’infinita ricchezza del patrimonio lirico. L’Opera Giocosa continua inoltre con la tradizione di favorire il debutto di giovani artisti. In Tosca, ad esempio, saluteremo l’esordio di Federico Longhi nel ruolo di Scarpia, di Matteo Lippi in quello di Cavaradossi e di Clarissa Costanzo in Floria Tosca. Il tutto si arricchirà, poi, nella recita del 7 ottobre, di una presenza di una star internazionale come Anna Pirozzi che, proprio a Savona più di dieci anni or sono, aveva debuttato nel “Ballo in maschera” di Verdi. Un gradito ritorno ed un regalo al pubblico savonese che conferma la politica del teatro nell’investire nel futuro della lirica oltre che nel continuare a promuovere e investire nell’Orchestra di Savona e nel Coro dell’Opera Giocosa e nel Coro di voci bianche della DNA Musica di Savona».

«Come amministrazione siamo molto contenti di essere di nuovo al fianco di una realtà come l’Opera Giocosa –commenta Nicoletta Negro, Assessore alla Cultura del Comune di Savona – ogni anno dà vita a un palinsesto di qualità in cui è centrale l’elemento della produzione culturale, tema in cui crediamo molto e che pensiamo vada coltivato sempre di più».

La prevendita dei biglietti si terrà dal 28/9 al 9/10 e dal 14/11 al 20/11 al Teatro G. CHIABRERA – dal lunedì al sabato con orari 10.00 / 12.00 – 16.30 / 18.30 per info tel. 019-801155/ 366-6726682. E’ consigliato l’acquisto dei biglietti online tramite TICKET WEB – www.operagiocosa.it Le prenotazioni DEVONO essere ritirate entro le ore 18 del giorno dello spettacolo.

Il programma

TOSCA di Giacomo Puccini

Anteprima scuole 4-5 ottobre ore 10.30

VENERDÌ 7 OTTOBRE, ORE 20,00

DOMENICA 9 OTTOBRE, ORE 15,30

TOSCA

Musica di Giacomo Puccini

Anna Pirozzi, Tosca 7 ottobre

Clarissa Costanzo, Tosca 9 ottobre

Matteo Lippi, Cavaradossi

Federico Longhi, Scarpia

Giovanni Battista Parodi, Angelotti

Domenico Colaianni, Sagrestano

Nicola Di Filippo, Spoletta

Paolo Ingrasciotta, Sciarrone

Riccardo Montemezzi, Un Carceriere

Gabriele Lombardi (7 ottobre) e Alberto Riolfo (9)Pastorello

Giovanni Di Stefano, Direttore

Renata Scotto, Regia

Renato Bonajuto, Regista Collaboratore

Michele Olcese, Scene

Artemio Cabassi, Costumista

Andrea Tocchio, Luci

Orchestra Sinfonica di Savona

Coro del Teatro dell’Opera Giocosa

Maestro del Coro, Gianluca Ascheri

Nuovo allestimento / Coproduzione con Rete Lirica delle Marche e Teatro Politeama Greco Lecce.

LE CONVENIENZE E INCONVENIENZE TEATRALI di Gaetano Donizetti

Anteprima scuole MERCOLEDI’ 16 NOVEMBRE, ORE 10,30

VENERDI’ 18 NOVEMBRE, ORE 20,00

DOMENICA 20 NOVEMBRE, ORE 15,30

LE CONVENIENZE E INCONVENIENZE TEATRALI

Musica di Gaetano Donizetti

Carolina Lippo, Corilla

Paolo Ingrasciotta, Procolo

Simone Alberghini, Mamma Agata

Eleonora Boaretto, Luigia

Lorrie Garcia, Dorotea

Didier Pieri, Guglielmo

Andrea Vincenzo Bonsignore, Biscroma Strappaviscere

Stefano Marchisio, Prospero Salsapariglia

Dario Giorgelè, L’impresario

Juliusz Loranzi, Ispettore del Teatro

Giovanni Di Stefano, Direttore

Renato Bonajuto, Regia

Danilo Coppola, Scene

Artemio Cabassi, Costumi

ORCHESTRA FILARMONICA ITALIANA

CORO DEL TEATRO COCCIA DI NOVARA

Coproduzione con Teatro Municipale di Piacenza e Teatro Coccia di Novara