Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

25 Gennaio 2021

La Sinfonica “alla scala” riparte da Lorenzo Viotti


La Stagione Sinfonica del “Teatro alla Scala” di Milano è ripresa in diretta streaming sabato 9 gennaio con l’orchestra scaligera diretta dal Maestro svizzero che sta per assumere la direzione dell’Opera di Amsterdam. Sui leggii la Terza di Brahms e la Settima di Dvořák.

Dopo il Concerto di Natale diretto da Michele Mariotti e trasmesso dalla Rai l’attività sinfonica del Teatro alla Scala riprende nell’anno nuovo con due concerti in streaming il 9 e il 15 gennaio sul sito e sulle pagine Facebook e YouTube del Teatro. Il primo, sabato 9 gennaio alle 20, è dedicato al grande repertorio romantico e diretto dal ventinovenne Lorenzo Viotti, Direttore musicale dell’Orchestra Gulbenkian di Lisbona dalla Stagione 2018/2019 e dell’Opera Nazionale Olandese di Amsterdam dal 2021/22. Alla Scala Viotti ha già diretto la Filarmonica per la Stagione Sinfonica nel 2018, dopo aver guidato l’Orchestra dell’Accademia in una serie di concerti l’anno precedente, e ha debuttato con un titolo d’opera nel gennaio 2020 dirigendo Roméo et Juliette di Gounod, mentre nuovi progetti sono in discussione per i prossimi anni.

La carriera sinfonica di Viotti, che ha recentemente debuttato anche sul podio dei Berliner Philharmoniker, è stata in crescita costante negli anni recenti con collaborazioni con tutte le maggiori orchestre europee, dal Gewandhaus al Concertgebouw e all’Orchestre Nationale de France, mentre in ambito operistico si attende per marzo il suo Faust di Gounod all’Opéra di Parigi con la regia di Tobias Kratzer.

Di grande impegno il programma del concerto, che prevede la Sinfonia n° 3 di Brahms e la Sinfonia n° 7 di Dvořàk. La Terza sinfonia, scritta nell’estate 1883 a Wiesbaden, fu eseguita per la prima volta nel dicembre dello stesso anno al Musikverein dai Wiener Philharmoniker diretti da Hans Richter, che la definì “L’eroica di Brahms”. Oggi la Sinfonia ci impressiona per nitore formale non meno che per la felice vena melodica, foriera di sviluppi cinematografici. Dvořàk scrisse la sua Settima sinfonia per la Società Filarmonica di Londra: il suo primo viaggio nella capitale britannica nel 1884 con l’esecuzione di diverse composizioni tra cui il Requiem aveva suscitato grande entusiasmo. La precedente sinfonia è del 1880: Dvořàk aveva dunque temporaneamente messo da parte il lavoro sinfonico e la composizione della Settima si configura come il risultato di due sollecitazioni: la commissione londinese ma anche la profonda impressione suscitata in lui dall’ascolto della Terza di Brahms a Vienna nel 1883 e a Berlino all’inizio del 1884. Eseguita per la prima volta alla St James Hall di Londra il 22 aprile 1885, la sinfonia, poi denominata “del tempo torbido”, costituisce un grandioso tentativo di esprimere un contenuto intensamente drammatico all’interno di un compiuto equilibrio formale.

marchio

LORENZO VIOTTI

A soli 30 anni, Lorenzo Viotti è stato recentemente nominato direttore principale dell’Orchestra Filarmonica Olandese e dell’Opera Nazionale Olandese (DNO) di Amsterdam a partire dalla Stagione 2021/22. Viotti ha debuttato con l’Opera Nazionale Olandese prima del previsto, sostituendo Sir Mark Elder nella doppia serata verista Pagliacci / Cavalleria rusticana nel settembre 2019. Il giovane direttore franco-svizzero, attualmente Direttore Musicale dell’Orchestra Gulbenkian di Lisbona dall’inizio della Stagione 2018/19, si è imposto all’attenzione internazionale come vincitore del Nestlé and Salzburg Festival Young Conductors Awards 2015 all’età di 25 anni e del Cadaqués International Conducting Competition e del MDR Conducting Competition nel 2013. Nel 2017 ha ricevuto il Premio Internazionale Opera Newcomer.

Lorenzo Viotti ha già diretto numerose grandi orchestre internazionali tra cui la Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, la BBC Philharmonic di Manchester, la Royal Liverpool Philharmonic, la Tokyo Symphony Orchestra, l’Orchestre National de France, i Bamberger Symphoniker, il Gewandhaus di Lipsia, i Münchner Philharmoniker, la Tonkünstler Orchestra, la Rotterdam Philharmonic Orchestra, i Göteborger Symphoniker, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Danese, la Camerata Salzburg, l’Orchestra Sinfonica della Radio di Vienna, i Wiener Symphoniker, la Staatskapelle Dresden, la Gustav Mahler Jugendorchester, la Royal Philharmonic Orchestra, la Filarmonica della Scala, la Staatskapelle Berlin, la Netherlands Philharmonic e naturalmente la Gulbenkian Orchestra.

I recenti debutti del giovane direttore d’orchestra negli Stati Uniti con la Cleveland Orchestra e in Canada con l’Orchestre Symphonique de Montréal sono stati molto apprezzati dal pubblico e dalla critica. Nel gennaio di quest’anno ha sostituito Emmanuel Krivine alla guida dell’Orchestre National de France in tournée a Vienna e Bratislava. A fine febbraio Lorenzo Viotti ha diretto per la prima volta anche i Berliner Philharmoniker con concerti a Berlino e Baden-Baden. Il debutto con l’Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese previsto per maggio di quest’anno ha dovuto essere rinviato a causa della pandemia.

Oltre a numerosi concerti che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo, Viotti ha recentemente diretto Roméo et Juliette di Gounod (Teatro alla Scala), Manon Lescaut (Oper Frankfurt), Rigoletto (Staatsoper Stuttgart e Semperoper Dresden), Werther (Oper Frankfurt e Opernhaus Zürich), Tosca (Oper Frankfurt e New National Theatre Tokyo) e Carmen (Staatsoper Hamburg e Opéra di Parigi). Una serie di progetti recenti e futuri sono stati cancellati a causa della pandemia di Covid19: Madama Butterfly (Semperoper Dresden), La bohème (Opéra National de Paris), Carmen (Metropolitan Opera). In settembre e ottobre ha diretto La principessa della czarda all’Opernhaus Zürich. Oltre ai suoi impegni concertistici in tutto il mondo, i suoi progetti futuri comprendono Faust (Opéra di Parigi) e Otello (De Nationale Opera Amsterdam).

Lorenzo Viotti è nato a Losanna da una famiglia di musicisti franco-italiani. Ha studiato pianoforte, canto e percussioni a Lione e ha frequentato i corsi di direzione d’orchestra con Georg Mark a Vienna, dove si è esibito contemporaneamente come percussionista in diverse grandi orchestre, tra cui i Wiener Philharmoniker. Ha continuato la sua formazione di direttore d’orchestra con Nicolás Pasquet al Conservatorio ‘Franz Liszt’ di Weimar.

marchio

Programma

Sabato 9 gennaio 2021 – ore 20

Diretta streaming

Orchestra del Teatro alla Scala

Direttore

Lorenzo Viotti

Johannes Brahms

Sinfonia n. 3 in fa magg. op. 90

Allegro con brio

Andante

Poco Allegretto

Allegro

Antonin Dvoràk

Sinfonia n. 7 in re min. op. 70

Allegro maestoso

Poco adagio

Scherzo: Vivace – Poco meno mosso

Finale: Allegro

marchio

IL CALENDARIO TV E STREAMING DI GENNAIO

Venerdì 1 gennaio ore 11, sito web e pagine Facebook e YouTube del Teatro alla Scala

Concerti per i bambini: Eun Sun Kim, direttrice | Gioele Dix | Orchestra del Teatro

alla Scala | Saint-Saëns, Mozart

Lunedì 4 gennaio ore 20, sito web e pagine Facebook e YouTube del Teatro alla Scala

Recital di canto | Markus Werba, baritono | Michele Gamba, pianoforte: Schumann

Mercoledì 6 gennaio ore 11, sito web e pagine Facebook e YouTube del Teatro alla Scala

Concerti per i bambini: Eun Sun Kim, direttrice | La Pina | Orchestra del Teatro alla Scala |

Poulenc, Mozart

Sabato 9 gennaio ore 20, sito web e pagine Facebook e YouTube del Teatro alla Scala

Stagione Sinfonica: Lorenzo Viotti, direttore | Orchestra del Teatro alla Scala |

Brahms, Dvořák

Venerdì 15 gennaio ore 20, sito web e pagine Facebook e YouTube del Teatro alla Scala

Stagione Sinfonica: Carlo Boccadoro, direttore | Orchestra del Teatro alla Scala |

Castiglioni, Glass, Maderna, Montalbetti, Boccadoro, Pärt, Reich.

Tags: , , ,