Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

28 Ottobre 2020

29° Festival Milano Musica “CAMINANTES”


Dall’HangarBicocca al Teatro alla Scala, s’inaugura il Festival Milano Musica.
Percussioni, pianoforti ed elettronica per l’inaugurazione sotto le Torri di Kiefer.
Anteprima (elettronica) aperta alla Chiesa di San Fedele.
Doppio appuntamento domenicale a Palazzo Reale e al Teatro alla Scala.
Commissioni e prime assolute: i compositori incontrano il pubblico prima dei concerti.

Il Festival Milano Musica CAMINANTES s’inaugura in Pirelli HangarBicocca, sabato 17 ottobre alle ore 20.30, con un concerto per percussioni, pianoforti ed elettronica – interpreti sono il trio ZAUM_percussion, i tre pianisti Maria Grazia Bellocchio, Anna D’Errico e Aldo Orvieto, Alvise Vidolin e Luca Richelli alla regia del suono. Sede dell’inaugurazione nel 2017 e dei concerti delle ultime edizioni, gli spazi dell’Hangar diventano parte integrante dell’esecuzione della nuova creazione di Claudio Ambrosini, brano “site-specific” commissionato da Milano Musica e presentato in prima esecuzione assoluta: De Rerum Natura per tre percussionisti e ambiente “elettronicamente rivelato”, grazie ai microfoni disposti sul perimetro dello spazio. Nuova commissione Milano Musica è anche il secondo brano in programma: Vuoi che nel fuori scritto da Marco Momi, sarà eseguito in prima assoluta dai percussionisti di Zaum_percussion. Ai tre pianoforti è invece affidata l’esecuzione di Tecniche per la misurazione dell’infinito di Claudio Ambrosini e Ostinato n. 6 di Adriano Guarnieri. Alle ore 19.30 Claudio Ambrosini, Adriano Guarnieri e Marco Momi incontrano il pubblico per una conversazione guidata da Gianluigi Mattietti.

L’anteprima aperta del Festival è in programma giovedì 15 ottobre alle ore 20 nella Chiesa di San Fedele (ingresso libero, prenotazione obbligatoria a partire da sabato 10 ottobre). In programma due dei brani più significativi nell’ambito della ricerca sulla manipolazione del suono degli anni ’80: in Mortuos Plango, Vivos Voco dell’inglese Jonathan Harvey il suono filtrato della campana della Cattedrale di Winchester avvolge l’ascoltatore combinandosi con la voce registrata del figlio del compositore (allora corista a Winchester). Accordi e modulazioni sono costruiti attraverso i parziali dello spettro del suono. Con la regia di Alvise Vidolin, nella seconda parte del concerto il violinista Francesco D’Orazio si muove tra i sei diversi leggii e gli otto nastri magnetici previsti da Luigi Nono, come interprete della Lontananza nostalgica utopica futura, madrigale per più “caminantes” eseguito per la prima volta al Berliner Festwochen nel 1988 con Gidon Kremer al violino.
A Nono e al suo spirito di ricerca si ispira l’intera programmazione: «Quando questo Festival è stato immaginato, con il male che si allargava nelle strade vuote, uscire di casa e camminare era una meta irraggiungibile. Mentre le consuetudini quotidiane affondavano in una specie di irrealtà, raccogliere e ascoltare musiche di e per Caminantes, cercatori di nuove patrie possibili, assumeva, di colpo e dolorosamente, un senso nuovo. Ancora di più abbiamo voluto fare di questo festival un cammino di cammini» scrive il consulente artistico Marco Mazzolini nel testo di presentazione del programma di sala.

Altri due luoghi milanesi scandiscono il primo, denso weekend di Festival. Dopo l’esecuzione integrale delle opere per flauto solo nel 2017, domenica 18 ottobre alle ore 11 Matteo Cesari torna alla Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale e alla musica di Salvatore Sciarrino per la prima assoluta di Un Tibetano a Parigi (nuovi skyline da respirare), commissione di Milano Musica, e per l’esecuzione di un programma monografico dedicato al compositore siciliano insieme all’Ensemble Suono Giallo. Il primo appuntamento scaligero del Festival è un recital con la pianista Mariangela Vacatello, domenica 18 ottobre alle ore 20 al Teatro alla Scala. In programma la prima esecuzione assoluta di tre brani a lei dedicati: i Trois études pour piano di Marco Stroppa, «una serie di “cammini” deformanti sugli studi di Debussy» – il n. 1 e il n. 10 aprono il concerto –; lo Scherzo II di Georges Aperghis, secondo episodio della collaborazione iniziata con lo Scherzo I presentato alla Biennale di Venezia nel 2019; le Miniatures di Yan Maresz, i primi «satelliti» di un nuovo lavoro che si propone di indagare le diverse modalità di produzione del suono. In programma anche le otto fantasie di Kreisleriana di Robert Schumann. Alle ore 19 il concerto è preceduto da una conversazione con Georges Aperghis, Yan Maresz, Marco Stroppa e Luciana Galliano.

I biglietti (€ 10 per i concerti a Palazzo Reale e in HangarBicocca, € 40/20/10 al Teatro alla Scala) sono in vendita sul sito di TicketOne e presso la biglietteria di Milano Musica, largo Ghiringhelli, 1 (biglietteria del Teatro alla Scala) dal lunedì al sabato, dalle ore 12 alle ore 18.

A causa della limitata disponibilità di posti, eventuali richieste di accredito dovranno essere comunicate con anticipo.

***
• ANTEPRIMA APERTA
Giovedì 15 ottobre 2020, ore 20
Chiesa di San Fedele

Francesco D’Orazio, violino
Alvise Vidolin, regia del suono

Jonathan Harvey (1939-2012)
Mortuos Plango, Vivos Voco (1980, 8’50”)
per suoni concreti elaborati al computer

Luigi Nono (1924-1990)
La lontananza nostalgica utopica futura.
Madrigale per più “caminantes” con Gidon Kremer (1988-89, 45′)
per violino e 8 nastri magnetici

in collaborazione con
San Fedele Musica, nell’ambito della stagione INNER_SPACES#7

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Prenotazioni a partire da sabato 10 ottobre

• INAUGURAZIONE
Sabato 17 ottobre 2020, ore 20.30
Pirelli HangarBicocca

ZAUM_percussion
Simone Beneventi, Carlota Cáceres, Matteo Savio percussioni
artists in residence 2018-2021
Maria Grazia Bellocchio, pianoforte
Anna D’Errico, pianoforte
Aldo Orvieto, pianoforte
Alvise Vidolin, Luca Richelli regia del suono

Claudio Ambrosini (1948)
Tecniche per la misurazione dell’infinito (2019, 10′)
per tre pianoforti

Marco Momi (1978)
Vuoi che nel fuori (2020, 22′)
Trio di percussioni e elettronica
Commissione Milano Musica
Prima esecuzione assoluta

Adriano Guarnieri (1947)
Ostinato n. 6 (2019, 16′)
per tre pianoforti e live electronics

Claudio Ambrosini
De Rerum Natura (2020, 40′)
per tre percussionisti e ambiente elettronicamente rivelato
Commissione Milano Musica
Opera commissionata con il sostegno di SIAE – CLASSICI DI OGGI 2018-19
Prima esecuzione assoluta

ORE 19.30
Il concerto è preceduto da una conversazione
con Claudio Ambrosini, Adriano Guarnieri, Marco Momi e Gianluigi Mattietti

in collaborazione con
Pirelli HangarBicocca
NABA – Nuova Accademia di Belle Arti

sponsor istituzionale
Intesa Sanpaolo

Biglietti € 10

• Domenica 18 ottobre 2020, ore 11
Palazzo Reale, Sala delle Cariatidi

Matteo Cesari, flauto
Ensemble Suono Giallo
Simone Nocchi, pianoforte
Michele Bianchini, sax soprano
Laura Mancini, percussioni
Andrea Biagini, flauto

Salvatore Sciarrino (1947)
Autostrada prima di Babilonia (2014, 12′) per flauto

Il pomeriggio di un allarme al parcheggio (2014, 8′) per flauto

Un capitolo mancante (2017, 10′) per flauto

Cresce veloce un cristallo (2017, 6′) per flauto

Un Tibetano a Parigi (nuovi skyline da respirare) (2018, 5′) per flauto
Commissione Milano Musica
Prima esecuzione assoluta

Perduto in una città d’acque (1991, 10′) per pianoforte

Il motivo degli oggetti di vetro (1987, 5′) per due flauti e pianoforte

Canzona di ringraziamento (1985, 6′) per sax soprano

Il legno e la parola (2004, 8′) per marimbone e campana a lastra

Fogli per giovani fauni (2019, 16′) per flauto

in collaborazione con
Comune di Milano
Palazzo Reale

Biglietti € 10
Acquista online: https://bit.ly/34dJIdY

• Domenica 18 ottobre 2020, ore 20
Teatro alla Scala

Mariangela Vacatello, pianoforte

Claude Debussy (1862-1918)
Étude n. 10 pour les sonorités opposées (1915, 4′)

Marco Stroppa (1959)
Trois études pour piano (2020, 12′)
Prima esecuzione assoluta nella versione definitiva

Claude Debussy
Étude n. 1 pour les cinq doigts d’après Monsieur Czerny (1915, 3′)

Georges Aperghis (1945)
Scherzo II (2020, 8′)
Prima esecuzione assoluta

Yan Maresz (1966)
Miniatures (2020, 10′) per pianoforte
Commissione Milano Musica
Prima esecuzione assoluta

Robert Schumann (1810-1856)
Kreisleriana op. 16 (1838, 28′) otto fantasie per pianoforte

ORE 19
Il concerto è preceduto da una conversazione
con Georges Aperghis, Yan Maresz, Marco Stroppa e Luciana Galliano

in coproduzione con
Teatro alla Scala

con il sostegno di
Institut français
Fondazione Nuovi Mecenati

sponsor istituzionale
Intesa Sanpaolo

Biglietti € 40 / 20 / 10
Acquista online: https://bit.ly/2S9c1EO

BIGLIETTERIA
Da lunedì a sabato (ore 12-18), e inoltre domenica 18 ottobre (dalle 12 all’inizio del concerto), è possibile acquistare biglietti e abbonamenti presso la Biglietteria del Teatro alla Scala, largo Ghiringhelli, 1.

CONTATTI +39.02.861147 ore 12-18 / biglietteria@milanomusica.org

Biglietteria online www.ticketone.it
Per favorire il rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza sanitaria,
consigliamo di effettuare online l’acquisto dei biglietti e degli abbonamenti.

Biglietti per i singoli concerti del Festival
Concerti al Teatro alla Scala, Concerto straordinario al Conservatorio G. Verdi
Biglietti € 40, € 20, € 10

Auditorium San Fedele, Casa degli Artisti, Palazzo Reale, Pirelli HangarBicocca, Santeria Toscana 31, Teatro Elfo Puccini
Posto unico € 10

ABBONAMENTO LIBERO A 6 CONCERTI DEL FESTIVAL € 80
con posto assegnato in platea o palco al Teatro alla Scala, e programma di sala in omaggio.
Ai Soci e agli Abbonati al Festival è riservato diritto di prelazione all’acquisto e una riduzione del 30% sui biglietti per il Concerto Straordinario di Maurizio Pollini al Conservatorio G. Verdi. Inoltre, sono riservati biglietti a € 5 anziché € 10 per gli altri concerti fuori abbonamento.

Ai Soci di Milano Musica è riservato un abbonamento a 6 concerti alla tariffa speciale di € 70.
Agli Studenti di Scuole Superiori, Università, Conservatori e Accademie d’Arte è riservato un abbonamento al prezzo speciale di € 35, con programma di sala in omaggio, dietro presentazione della tessera di riconoscimento.

Il 29° Festival Milano Musica è realizzato

in collaborazione con il Teatro alla Scala

con il sostegno di
MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Direzione Spettacolo, Regione Lombardia (soggetto di rilevanza regionale), Comune di Milano

Intesa Sanpaolo, sponsor istituzionale

Fondazione Cariplo, Ambassade de France en Italie, Institut français a Parigi, Fondazione Nuovi Mecenati, SIAE – Classici di Oggi 2018/2019, Fondazione Spinola, Casa Ricordi

in collaborazione con
Pirelli HangarBicocca, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Palazzo Reale, Conservatorio di Milano, Casa degli Artisti, San Fedele Musica, Teatro Elfo Puccini, Fondazione Claudio Abbado, Fondazione Achivio Luigi Nono Onlus, Fondazione Antonio Carlo Monzino, SONG Onlus, La Francia in Scena, mdi ensemble, Associazione musicAdesso, Santeria, Amici di Milano Musica

media partner
Rai Radio3
Edizioni Zero
Classica HD

partner tecnico
Audio sistemi

Il Festival Milano Musica è membro di
IntercettAzioni
Un progetto di Circuito CLAPS, Industria Scenica, Milano Musica, Teatro delle Moire e ZONA K,
con il contributo di Regione Lombardia, MiBACT e Fondazione Cariplo.
Italia Festival
EFFE – Europe for Festivals, Festivals for Europe


.
Fonti:
Ufficio Stampa del Teatro alla Scala – Tel. 02 88792412

Comunicazione Milano Musica
Marco Ferullo
Elisa Lemma

Tags: , , ,