Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

26 Ottobre 2020

Il Covid non ferma bellezza e gusto: Le Terrazze di Marco Ciampini a Trinità dei Monti


LE TERRAZZE DI MARCO CIAMPINI, UNA SFIDA CHE SI RINNOVA ALL’INSEGNA DELLA TRADIZIONE

Nulla è lasciato al caso, dall’acquisto dei prodotti fino al loro impiattamento. Cucina tradizionale ma con un tocco di rivisitazione che non snatura mai i piatti, Marco Ciampini è titolare ed executive Chef della Terrazza Ciampini, incastonata nella splendida cornice verde tra piazza di Spagna e Villa Medici, con un’incantevole vista sui tetti di Roma, una “riservata tolda di nave sui tetti di Roma”, ma in termini semplici stiamo parlando di un ristorante, bar e lounge.


La Terrazza sovrasta Roma, il panorama è mozzafiato, in lontananza spicca San Pietro con la sua illuminazione che si fa particolarmente suggestiva al calar della sera e poi è visibile tra gli altri il Vittoriano e il Pantheon che sembra quasi di poterli toccare. Mangiare qui è anche un tuffo nella storia e nelle bellezze di questa città, ma soprattutto è un richiamo costante alla tradizione, alla cortesia, alla semplicità che non passa mai di moda.

Il cognome che Marco porta è uno di quelli importanti nella ristorazione romana e questo ha un peso non indifferente per lui e per la sua famiglia; a breve faranno ingresso nella attività i suoi due figli Ilaria e Lorenzo, che però, tiene a precisare Marco, “inizieranno con le mansioni più semplici per imparare il mestiere”. Del resto è il minimo che ci si possa aspettare da parte di chi è alla terza generazione di una delle famiglie storiche romane votate alla ristorazione, cresciuto “in mezzo ai tavoli”, come il titolare stesso ama ricordare. I nonni di Marco, Giuseppe e Francesca Ciampini, fondarono nel 1931 il “Tre Scalini” di piazza Navona e da lì in poi è stato un successo fino ad oggi con le Terrazze di Marco Ciampini, riaperte con coraggio a giugno dopo il Covid e che ospiteranno i romani fino a novembre e che presto diventeranno tre dalle attuali due.

In una c’è la ristorazione, nell’altra la pizzeria immersa in alberi da giardino e nella terza lounge bar e cocktal: prossima apertura marzo 2021. In questo modo l’offerta sarà davvero completa. Affacciarsi dal luogo dove Marco prepara con cura i suoi piatti significa perdersi tra le bellezze che solo una città come Roma è in grado di offrire. Ma il panorama certo non basta per resistere in una realtà complessa e diversificata come quella della cucina romana. Per questo Marco non lascia nulla al caso. Dalla scelta delle materie prime, alla preparazione dei piatti, al menù che si rinnova al cambio delle stagioni. Così famosi sono i tonnarelli cacio e pepe la classica carbonara, dal gusto deciso, le linguine all’astice, la crema di ceci e baccalà…

E poi la pizza fatta con grani di primissima scelta, infornata dal pizzaiolo…. spalla importante di Marco: c’è quella alle verdure, alla “carbonara”, ai fiori di zucca, fino alla più classica margherita. Marco è anche sommelier e in inverno, quando la Terrazza chiude, inizia a girare l’Italia alla ricerca di vigneti particolari e di vini che poi porta a Roma e inserisce nella sua carta.

Un posto di assoluto privilegio nel menù lo ricoprono i gelati. Fatti solo ed esclusivamente di materie prime con l’aggiunta di zucchero, nella cucina sostanze chimiche e prodotti non naturali sono assolutamente banditi. E il gusto ringrazia. La nocciola sa di nocciola pura, così come la crema o il cioccolato che non hanno bisogno di altri ingredienti per esaltare l’aroma, frutto di una privilegiata materia prima. Sebbene le sorprese dello chef Marco non finiscono mai e dunque un “semplice” gelato alla crema viene arricchito di fronte al cliente con una goccia di olio extra vergine di oliva, quello al cioccolato con una spolverata di pepe.

“Il mio obiettivo resta quello di mantenere la tradizione della mia produzione nel settore del mercato della ristorazione con una distribuzione puntuale e rapida – spiega Marco. La fiducia concessami dalla moltitudine di turisti ma soprattutto dei romani che hanno frequentato nel tempo le Terrazze Ciampini e prima il Tre Scalini, conferma il valore per me più importante e cioè il rapporto con il cliente che non è venuto meno neanche in tempi di Covid”.
Terrazza Ciampini è anche un luogo dove gustare aperitivi in un’atmosfera di assoluto relax che non rinuncia al gusto grazie a cocktail accompagnati dai famosi fritti, a base di supplì, crocchette, verdure in pastella, pizzette servite sempre calde. Ed è proprio al tramonto, anche quando l’estate volge al termine, che la vista su Roma sorseggiando un aperitivo in compagnia diventa uno spettacolo che solo chi ama questa città può godersi al meglio da queste Terrazze.

Contatti:
Terrazza Ciampini
Piazza della Trinità dei Monti 2
00187 Roma
Tel. +39 06 678 5678
Orari: aperto tutti i giorni dalle 17 a mezzanotte
Sabato e Domenica aperto anche a pranzo
.
Fonte:
Eleonora Siddi

Tags: , , , ,