Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

26 Ottobre 2020

La scuola che fa da sé: il XXI Circolo Didattico “Mameli Zuppetta” a Napoli


Un anno fa, il 19/05/2019 con “A Napoli le maestre vanno in scena per il teatro” sulle pagine on line di questa rivista , riportavamo l’incredibile manifestazione portata in scena dalle maestre e maestri del 21.mo Circolo Didattico Mameli Zuppetta di Napoli.
Oggi scrivo questo articolo , con un pizzico di emozione , perché sono coinvolto personalmente in questa bellissima e fantastica avventura, in quanto da sette anni rivesto la carica di Presidente del Consiglio di Circolo.
In una Scuola sempre più privata di risorse, la comunità scolastica intera 4 anni fa si è compattata, per dotare le due sedi di Pio e Mameli, di un teatro degno di questo nome.
In tutte le scuole dell’infanzia ed elementari, i bambini con le loro insegnanti nel corso dell’anno scolastico, preparano e mettono in scena rappresentazioni che fanno emergere il lavoro di gruppo, la creatività e la voglia di esserci.
Nelle due sedi del 21.mo CD Mameli Zuppetta, in zona Colli Aminei a Napoli, il palcoscenico, da oltre 30 anni, era assolutamente improvvisato.
Circa 4 anni fa, dopo aver raccolto una discreta somma ed aver dotato le due strutture di un impianto antintrusione moderno e sofisticato per proteggere le attrezzature elettroniche, il Consiglio di Circolo decideva di imbattersi in un’avventura improbabile e ardimentosa.
L’idea era suggestiva, raccogliere i fondi grazie ai contributi volontari dei genitori, nel corso degli
anni a venire ed investirli in due teatri nuovi, con tanto di impianto luci e audio.
Questo avrebbe significato, per molti genitori, versare il contributo, ma non vederne i frutti, per i loro figli prossimi al momento del passaggio alle scuole medie.
Ma la comunità non vede solo nel proprio orticello, la comunità ha una visione ampia, mira ai risultati a medio-lungo termine. E così è stato .
In settimana sono stati completati i Teatri delle sedi Pio XII e Mameli, frutto di anni di lavoro infaticabile , intenso e proficuo, di una Squadra con la “S” maiuscola .
E non si può che ringraziare gli artefici di questa lodevole iniziativa.
I Rappresentanti di classe, che hanno coordinato e promosso le attività di raccolta fondi , sostenuto il Consiglio di Circolo in questa pazza idea , collaborato per il coordinamento delle attività di raccolta nei mercatini di Natale a scuola e in occasione della manifestazione al Teatro Acacia di Napoli “Legami fiabeschi”, con due spettacoli sold-out.
I Genitori, che hanno versato il contributo volontario ben sapendo , per molti , che i loro figli non avrebbero calpestato i palcoscenici dei teatri, che sono andati oltre lo scetticismo ed hanno creduto fortemente in questa iniziativa.
I Docenti, patrimonio di questo Circolo Didattico, unico, prezioso ed invidiabile, che hanno sudato, lottato strenuamente, con pervicacia ed inventiva per la raccolta dei fondi , rinunciando al riposo , spesso al sabato e alla domenica, ma tenendo ben presente l’obiettivo a medio lungo termine, anziché quello meno appagante ma più semplice, a breve termine. Si sono improvvisati venditori nei mercatini, artigiani o cuoche, scenografi, direttori della fotografia, registi, attori, tecnici delle luci, presentatori, di volta in volta a seconda delle necessità. Mai domi, mai assopiti, mai spenti, ma colmi di una forza inventiva e creativa, per i loro piccoli studenti.
La precedente Preside Patrizia Meglio che è’ andata in pensione lo scorso anno ma che ha creduto nel progetto di più anni e lo ha avallato non ostacolando la raccolta, ma appoggiando con entusiasmo ogni iniziativa che potesse garantire linfa vitale per il raggiungimento dell’obiettivo.
La nuova Preside Antonia Introno, che in pochi mesi, ha fatto si che quanto era solo sulla carta potesse diventare realtà, mettendo in campo capacità non comuni di organizzazione mista a praticità, soprattutto in questo anno scolastico flagellato dal Covid, e riuscendo ad ottenere le autorizzazioni (impresa titanica se la si rapporta al tempo di azione) per la realizzazione dei teatri, a bandire la gara e far realizzare i lavori.
I consiglieri della Circoscrizione, in primis Giuliana De Lorenzo, nella doppia veste, fino all’anno scorso, di consigliere della Circoscrizione e del Circolo Didattico, ed al presidente Ivo Poggiani che tanto sono stati vicini alla scuola nell’appoggiare questa “folle iniziativa”..
I consiglieri del 21.mo Circolo didattico, che si sono succeduti ed hanno sposato la mia “follia visionaria” e l’hanno fatta propria , nonostante serpeggiasse tra alcuni genitori lo scetticismo sull’effettiva possibilità di ristrutturare i due teatri, nonostante i contrasti che volta per volta si sono presentati , ma che hanno garantito criticità positive ed implementative.
I bambini del 21.mo CD Mameli Zuppetta , che sono stati a scuola negli anni scorsi, a quelli che ci sono oggi e ci saranno nei prossimi anni. A loro sarà finalmente garantito un palco ed attrezzature audio e luci, che metteranno in risalto il lavoro che prepareranno in futuro, coadiuvati da insegnanti eccezionali quali quelli di Pio e Mameli.
Soprattutto per loro e per i loro sorrisi, in questi sette anni di presidenza ho dato tutto il mio tempo libero , torneo di calcetto incluso , ho litigato, discusso, lottato , nei momenti bui che un po’ alla volta mi si sono presentati.
Ed oggi festeggiamo un evento che sembra quasi rappresentare metaforicamente, la luce all’uscita del tunnel, dopo mesi di angosce, paure, timori per quanto la dannata pandemia ha fatto, per le restrizioni che ha imposto, soprattutto ai più piccoli, motore del nostro futuro.
Buona domenica.

Tags: , ,