Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

8 Agosto 2020

Leggendo qua e là: virus e scritti virali


Il riposo forzato a cui ci costringe il maledetto virus permette, dopo tutto, di dedicare molto tempo alla riflessione e al ragionamento. Certamente non poter uscire, se non per motivi seri, ha indotto in moltissimi italiani la ‘sindrome del podista’: sembra infatti che ciascuno, dopo aver trascorso il tempo libero di tutta una vita sul divano di fronte alla televisione, senta improvvisamente il bisogno impellente di scendere in strada per fare una corsetta, o al limite un po’ di jogging, almeno un paio di volte al giorno. Che dire poi di quelli che normalmente, appena incassato lo stipendio, si recavano all’Ipercoop a fare la spesa per tutto il mese (hanno comprato il pick-up apposta!) mentre ora scalpitano per andare a comprare il latte il pane fresco tutte le mattine?
Il fatto che solo nella giornata del 19 marzo si siano contate 9400 denunce la dice lunga sul livello medio di cellule grigie presenti in essere che, purtroppo, sono abili per il voto.
Tuttavia queste sono le contraddizioni di un popolo che a poco a poco sta mettendo a nudo pregi e difetti. Grandissimi i primi, nonostante una certa politica stia facendo di tutto per vanificare gli sforzi della Nazione, veniali quegli altri, frutto di abitudini, di vizi o semplicemente di un carattere poco avvezzo all’obbedienza.
Dovendo far buon viso a cattivo gioco e non apprezzando i programmi che la TV ci offre, ci siamo divertiti a raccogliere le più interessanti amenità che circolano sul web. Chi ha Whatsapp si sarà accorto dell’improvvisa impennata nel numero di messaggi, foto e video ricevuti in un giorno. E’ ovvio: chi è a casa come voi ha più tempo per ‘cazzeggiare’ e spedire di tutto agli amici.
Sceverato il grano da loglio e cancellata l’immensa mole di fesserie inutili, rimane pur tuttavia un consistente numero di ‘perle’ degne di essere riportate, come ad esempio un post che girava in questi giorni, sembra a firma di un certo Fortunato Centone, intitolato “I lati positivi del coronavirus”:
– È riuscito a smascherare tantissimi analfabeti funzionali
– Ha fatto crollare i furti nelle case
– È riuscito a risolvere il problema del traffico in molte città italiane
– Ha rafforzato le strutture sanitarie del paese
– È riuscito a far diminuire lo smog
– Ha avverato il sogno dei comunisti, l’Italia è tutta zona rossa
– È riuscito a far aumentare l’amor di patria da destra a sinistra
– È riuscito ad accontentare la Lega, la Lombardia ha avuto dei confini invalicabili
– È riuscito a far chiudere i porti come voleva la Lega, anzi di più anche aeroporti e interporti
– È riuscito a incutere paura negli italiani, dai tempi dell’inquisizione non si avevano certe paure
– È riuscito a far temere l’Italia nel mondo
– Ha abbassato il tasso di tradimenti tra le coppie italiane
– Ha invertito il flusso migratorio dal nord al sud
– È riuscito a cancellare ogni liturgia in chiesa, era da quasi duemila anni che non accadeva
– Ha fatto capire che con 3.500 Puffi ci sono nazioni messe peggio di noi in fatto di imbecillità
– È riuscito a far crollare un mito, anche al sud se presi alla sprovvista hanno i frigoriferi vuoti in casa
– Forse… ma lo vedremo, sarà riuscito ad aumentare la natalità in Italia.
Notevole anche un post del prof. Augusto Sinagra, noto avvocato le cui idee di destra sono note, ma che dichiara di conservare onestà intellettuale e obiettività
Dice Sinagra: “Alla faccia della solidarietà intra-Unione europea, stiamo ricevendo calci in culo proprio dagli Stati membri dell’Unione europea. In particolare, dalla Francia e dalla Germania.
Sicuramente lo merita il governo, ma non il Popolo italiano che vive l’oltraggio di avere l’attuale governo.
”Naturalmente il figlio di Bernardo Mattarella continua a tacere rintanato al Quirinale dopo avere balbettato qualcosa a proposito delle infami dichiarazioni della inqualificabile Christina Lagarde che si auspicava di essere “servitrice” dell’imputato (finalmente!) Nicolas Sarkozy.
”Chi ci aiuta concretamente anche consentendoci di acquistare ciò che ci necessita in questo momento di emergenza, è soprattutto la Cina popolare, il Venezuela “chavista” del Presidente Nicolas Maduro che qui in Italia hanno fatto a gara a insultarlo e diffamarlo, e la Cuba “castrista”, che è un esempio non solo di generosità (non solo per i presìdi sanitari e i medici che ha inviato in Italia) ma anche di elevata competenza medica, oltre che nel campo dell’istruzione e della ricerca scientifica.
”Tanto per dirne una, la “amatissima” Slovenia, Stato membro dell’Unione europea, ha chiuso il confine con l’Italia (come l’Austria) in modo volgare, bloccando le strade con massi di pietra.
La cosa più schifosa, ma giuridicamente rilevante, è quel che fa la Germania. Non solo spende a debito (e forse giustamente) per il suo interesse nazionale, frantumando dall’interno la “costruzione” europea (e questo è un bene), ma giungendo al punto di impossessarsi illegalmente di un carico di 830 mila mascherine protettive acquistato all’estero dall’Azienda privata “Dispotech” di Sondrio; carico giunto a Rotterdam, e poi necessariamente in transito attraverso la Germania per giungere in Italia.
”Si dice stoltamente che il “blocco navale” (delle coste libiche) sarebbe un “atto di guerra” (ma non lo fu in danno della piccola e cara Albania nel 1997, che provocò, com’è noto, 138 Vittime albanesi). Sicuramente, e sfido chiunque a contraddirmi, l’impossessamento illegale, cioè la confisca, di merci di Stato straniero, è atto di pirateria, è un atto ostile riconducibile agli “atti di guerra”. Cosa farà ora questo imbelle governo? Non farà nulla perché è dal 1945, quando fummo “liberati”, che prendiamo calci in culo da tutti a cominciare dai nostri “alleati” atlantici.
Ma una cosa non dobbiamo dimenticare: chi è lontano e potrebbe astenersi dal farlo, ci aiuta. Gli Stati membri dell’Unione europea ci sono ostili e si impegnano a rendere più grave la già grave situazione presente.
”Alla faccia della libera circolazione delle merci e della sbandierata “solidarietà” europea.
L’esasperazione fa agio sulla educazione e allora ai cosiddetti europeisti, a chi vuole più Europa, mi sento dire solo una cosa: andate tutti …! (omissis)
Infine, è doveroso riportare il testo di un messaggio video che abbiamo trovato estremamente centrato in questo momento storico così particolare e incerto. Il filmato si intitola semplicemente: “GRAZIE”
”Grazie caro sig. Macron, cara sig.ra Merkel, grazie per averci abbandonato nel momento del bisogno, grazie per averci negato di poter ACQUISTARE da voi semplice mascherine ed altri presidi medici atti a combattere la diffusione del virus.
”Le avremmo pagate sapete?!! Siamo italiani, quelli sporchi, chiassosi, indisciplinati, buffi, folcloristici, poveri e talvolta mafiosi….ma siamo anche quelli che vi hanno costruito le strade, le scuole, vi hanno insegnato l’alfabeto che usate, spiegato le leggi, il diritto, l’organizzazione dello stato e la creazione di quello di diritto.
”Siamo noi, gli italiani, gli autori delle opere che riempiono i vostri musei, dei testi che studiate, delle invenzioni che usate, quelli che con enormi spese e sacrifici si trovano a dover conservare e gestire ben oltre il 70% del patrimonio culturale ed artistico mondiale chiedendovi una cifra irrisoria per il biglietto dei musei e talvolta neppure quella.
Siamo noi, gli italiani, siamo quelli che vi hanno offerto l’arte e la cultura su cui si basa la nostra e la vostra civiltà, la massima espressione di bellezza, armonia, equilibrio che l’essere umano abbia mai raggiunto.
”Siamo noi, gli italiani che prima vi abbiamo offerto la civiltà, che poi voi avete abbattuto trascinando il mondo nel medioevo, e poi, una volta risollevati e rinati, abbiamo nuovamente offerto al mondo la civiltà, l’arte, la geografia, l’economia, l’istruzione.
Siamo noi, gli italiani quelli che hanno creato il parmigiano, la mozzarella, il prosciutto, la mortadella, il salame, i ravioli, i tortellini, le lasagne, il gelato, la pizza, etc. etc.; quelli che hanno portato in Francia le vigne e che vi hanno insegnato a fare il vino, la grappa e i distillati, quelli che ogni anno combattono contro i vostri tentativi di scimmiottare i nostri prodotti e copiarne il nome ma anche lo stile e la moda.
”Anche a lei sig. Trump e a lei sig. Johnson, grazie per averci prima di tutto isolati invece che aiutati. Le ricordo sig. Trump che se non fosse per un italiano adesso sarebbe nella terra dei suoi avi a fare la fame e non in America a fare il riccone e non avrebbe neppure potuto mangiare patate perchè non le avreste mai avute senza un temerario italiano che ha navigato verso l’ignoto.
”A lei sig. Johnson ricordo che la fortuna della sua nazione si basa su una bandiera che vi abbiamo concesso di issare sulle vostre navi per non essere attaccati dai pirati, la Croce di San Giorgio concessa dalla Repubblica di Genova, senza quella sareste stati spazzati via dai saraceni. Vi abbiamo insegnato la navigazione e l’avete imparata bene!
”A tutti voi, quando telefonate, pensate a Meucci, quando guardate la TV o ascoltate la radio, pensate a Marconi, quando usate l’energia elettrica come non ci fosse un domani, pensate che non avreste potuto farlo se non ci fossero statstati Galileo Ferrarsi ed Enrico Fermi.
”Noi italiani abbiamo inventato le banche, le università, la prospettiva, l’architettura, l’ingegneria, l’astrofisica, il calendario, la musica otre alle altre innumerevoli cose.
Erano italiani: Giotto, Colombo, Marco Polo, Leonardo, Michelangelo, Bernini, Tiziano, Raffaello, Brunelleschi, Galileo, Cesare, Ottaviano, Vespasiano, Marco Aurelio, Dante e potrei continuare per ore…
”Carissimi, nel sentire il nome ITALIA, dovreste scattare in piedi, abbassare la testa ed essere coscienti che l’origine della società occidentale è qui, se vi chiediamo aiuto dovreste correre, perchè se trascinate di nuovo il mondo nel medioevo non so se ce la faremo nuovamente a far rinascere la civiltà.
”Se invece non vi interessa, allora compiacetevi di quello che avete, restate ad ammirare qualche tonnellata di ferro imbullonato e quando visitate i vostri musei, per cortesia, saltate le opere degli italiani….finirete la vostra visita molto velocemente, potrete così andare a visitare subito una bella fabbrica di auto, diesel magari, di quelle che non inquinano solo ai controlli, andate a visitare quelli che per voi sono castelli e per noi banali ville di cui siamo pieni, oppure andate nella capitale dell’azzardo che scimmiotta Venezia, Firenze, Roma, andate pure! Evitate di venire a visitare il paese più bello dl mondo visto che lo avete pugnalato alle spalle, accoglieremo a braccia aperte i Cinesi che nel momento del bisogno ci hanno aiutati, apriremo le nostre città uniche al mondo a loro, potranno visitare Venezia, Roma, Firenze, Genova, Napoli, Bologna, Pisa,Lucca, Assisi, Siena, Torino, Palermo, Agrigento, Milano,Cremona, Mantova, Ferrara, la Toscana, il Monferrato,le Dolomiti, le Alpi, la Puglia, la Sardegna, etc.etc.
”Avete distrutto la povera Grecia con la vostra finanza, ci avete provato con lItalia ma non ci siete riusciti, ora forse avete scorto l’occasione per assestare il colpo finale, ma nella cecità del vostro egoismo non avete calcolato che il virus non ha frontiere, colpirà tutti, anche voi!
Se ci aveste aiutato ieri nel tentativo di arginare l’epidemia, oggi non dovreste piangere i vostri morti e domani… Il vostro egoismo ha aiutato la pandemia! Grazie”.

Buona primavera a tutti!

Tags: , , , ,