Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

27 Settembre 2020

Il lessico del Coronavirus


L’attuale pandemia di Sars-CoV-2, virus meglio conosciuto come COVID-19 o, popolarmente, Coronavirus (NDR: che, in realtà, è nome attribuito a un intera famiglia di virus), ha proiettato tutti in discussioni infinite inerenti materie specialistiche e da lungo tempo misconosciute ai più come la virologia e l’epidemiologia.

Vediamo quali sono le parole più usate, anche per capire bene cosa intendano i vari esperti che quotidianamente scrivono sui giornali o parlano in TV.

Epidemia:
Si definisce epidemia (dal greco ἐπί + δήμος, lett.: sopra il popolo, sopra le persone) il diffondersi di una malattia, in genere una malattia infettiva, che colpisce quasi simultaneamente una collettività di individui, ovvero una data popolazione umana, con una ben delimitata diffusione nello spazio e nel tempo, avente la stessa origine.

Pandemia:
Una pandemia (dal greco pan-demos, “tutto il popolo”) è una malattia epidemica che si espande rapidamente diffondendosi in più aree geografiche del mondo, e che coinvolge numerose persone.

Focolaio:
Termine impiegato per indicare il centro principale di un processo morboso, da cui hanno origine le eventuali diffusioni della malattia.

Caso sospetto:
A. Una persona con infezione respiratoria acuta (insorgenza improvvisa di almeno uno dei seguenti sintomi: febbre, tosse, dispnea) che ha richiesto o meno il ricovero in ospedale e nei 14 giorni precedenti l’insorgenza della sintomatologia, ha soddisfatto almeno una delle seguenti condizioni:

– storia di viaggi o residenza in Cina;

oppure

– contatto stretto con un caso probabile o confermato di infezione da SARS-CoV-2;

oppure

– ha lavorato o ha frequentato una struttura sanitaria dove sono stati ricoverati pazienti con infezione da SARS-CoV-2.

Caso probabile:
Un caso sospetto il cui risultato del test per SARS-CoV-2 è dubbio o inconcludente utilizzando protocolli specifici di Real Time PCR per SARS-CoV-2 presso i Laboratori di Riferimento Regionali individuati o è positivo utilizzando un test pan-coronavirus.

Caso confermato:
Un caso con una conferma di laboratorio effettuata presso il laboratorio di riferimento dell’Istituto Superiore di Sanità per infezione da SARS-CoV-2, indipendentemente dai segni e dai sintomi clinici.

Contatto stretto:
‐ Operatore sanitario o altra persona impiegata nell’assistenza di un caso sospetto o confermato di COVID-19, o personale di laboratorio addetto al trattamento di campioni di SARS-CoV-2.
‐ Essere stato a stretto contatto (faccia a faccia) o nello stesso ambiente chiuso con un caso sospetto o confermato di COVID-19.
‐ Vivere nella stessa casa di un caso sospetto o confermato di COVID-19.
‐ Aver viaggiato in aereo nella stessa fila o nelle due file antecedenti o successive di un caso sospetto o confermato di COVID-19, compagni di viaggio o persone addette all’assistenza, e membri dell’equipaggio addetti alla sezione dell’aereo dove il caso indice era seduto (qualora il caso indice abbia una sintomatologia grave od abbia effettuato spostamenti all’interno dell’aereo indicando una maggiore esposizione dei passeggeri, considerare come contatti stretti tutti i passeggeri seduti nella stessa sezione dell’aereo o in tutto l’aereo).
Il collegamento epidemiologico può essere avvenuto entro un periodo di 14 giorni prima o dopo la manifestazione della malattia nel caso in esame.

Pulizia:
È l’operazione con cui si asporta lo sporco da un qualsivoglia substrato (pavimento, parete, lenzuolo, eccetera), senza deteriorare o alterare il substrato stesso, ma mirando alla sua più lunga conservazione.
Quindi attenzione!! Asportiamo lo sporco ma non assicuriamo che la carica batterica sia ridotta a livelli non dannosi!

Sanificazione:
È un termine di origine anglosassone che esprime un complesso di attività e di norme tese a rendere l’ambiente sano e idoneo alla sua destinazione. Si può assimilare al nostro termine “igiene”, ma può significare anche riduzione della carica microrganica ambientale a un valore tanto basso da non essere dannoso.

Disinfezione:
Si intende una operazione che, mediante l’uso di prodotti disinfettanti, permette di ridurre il numero di microorganismi patogeni in un ambiente o sulle superfici a un valore talmente basso da non essere dannoso per l’uomo. Si definiscono “disinfettanti” i prodotti registrati presso il Ministero della Sanità come Presidi Medico Chirurgici.
(NDR: da non confondere con la disinfestazione, operazione tesa a liberare un ambiente da insetti o nocivi).

Sterilizzazione:
Rappresenta un’operazione particolare con la quale si elimina ogni forma di vita. Si può ottenere soltanto con il fuoco, con il vapore saturo sotto pressione, con qualche trattamento radioattivo (raggi UV) e con pochissime sostanze chimiche. Il tempo di contatto gioca un ruolo fondamentale nella sterilizzazione.

Tags: , , , , ,