Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

28 Settembre 2020

Firmato nella notte il nuovo decreto antivirus dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte


Nella notte appena trascorsa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il provvedimento che statuisce nuove e più stringenti misure per contrastare la diffusione del virus Covid-19.

Già nella serata di ieri si era diffuse una bozza di tale provvedimento, cosa che ha lasciato perplesso (giustamente) lo stesso Presidente del Consiglio che ha criticato la fuga di notizie inerenti un decreto ancora in fase di messa a punto.

Tra le misure adottate, valevoli almeno fino al 3 aprile per le provincie più interessate alla diffusione dei contagi (essenzialmente Nord Italia ed Emilia Romagna), la sospensione delle gare sportive, a meno che non si svolgano a porte chiuse, tutte le manifestazioni pubbliche e private, le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, i servizi di ristorazione offerti prima delle ore 06.00 e dopo le ore 18.00, la chiusura delle palestre e dei circoli, la chiusura delle medie e grandi strutture commerciali (supermercati, ipermercati, centri commerciali, etc.) nelle giornate prefestive e festive.

Sul restante territorio nazionale misure più diluite ma egualmente votate al contenimento della diffusione del virus mediante il distanziamento sociale, ossia scoraggiando la frequentazione di luoghi chiusi ed affollati.

In ordine agli studenti e alla sospensione forzata delle attività didattiche Conte ha chiosato:

“Devono comprendere che questa non e’ l’occasione per ritrovarsi insieme a fare delle festicciole e quindi per creare delle occasioni di contatto. Devono approfittarne per tornare a delle buone letture, ad esempio, o seguire a distanza le attivita’ a distanza”, dice Conte dei ragazzi. A tutti, ricorda che “ci rendiamo conto che tutte queste misure creeranno disagio, imporranno dei sacrifici, a volte piccoli, a volta molto grandi. Pero’ questo e’ il momento dell’autoresponsabilita’. Dobbiamo capire che tutti dobbiamo aderire e non dobbiamo contrastare queste misure. Non dobbiamo pensare di essere furbi. Dobbiamo tutelare la nostra salute e quella dei nostri cari, dei nostri genitori, ma soprattutto la salute dei nostri nonni. Perche’ abbiamo scoperto che sono soprattutto loro, le persone piu’ anziane, che sono esposte alle insidie di questo virus”.

Il decreto, datato 08 marzo 2020, è disponibile in forma integrale al seguente link:

http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/DPCM_20200308.pdf

Tags: , , ,