Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

29 Settembre 2020

Facciamoci gli auguri (ne abbiamo davvero bisogno)


Si chiude un anno strepitoso per WeeklyMagazine.

Ci eravamo dati un obiettivo: sfondare il muro dei 100.000 lettori entro la fine dell’anno ma tale risultato l’abbiamo raggiunto con un mese d’anticipo.

Agli inizi di dicembre, infatti, abbiamo raggiunto e superato tale (per noi) ragguardevole target.

Non così bene, invece, le cose vanno per il nostro paese.

L’intensa recensione economica, che si riflette nella vita quotidiana degli italiani con la scarsezza e la precarietà del lavoro, con il progressivo impoverimento di classi sociali sino a ieri considerate non a rischio, fa temere in un anno nuovo dove ancora le promesse da parte della classe politica si sprecheranno a a cui non seguiranno fatti concreti.

Naturalmente ci auguriamo d’essere smentiti ma da anni, oramai, forse dagli inizi del nuovo millennio, che sentiamo frasi del tipo “si intravede la luce in fondo al tunnel” oppure “ci sono i segnali per la ripresa” o anche “il peggio è passato”.

Sicuramente ci troviamo in un epoca di passaggio, ma la intensificata burocrazia (altro che semplificazione!) non aiuta.

Il costo del lavoro resta alto e gli imprenditori preferiscono trasferire le aziende all’estero, in paesi dalla burocrazia più snella e dalla tassazione meno esosa, e gli investitori fanno lo stesso.

A tutto ciò fa da cornice un traballante governo che perde pezzi con periodicità quasi settimanale e che sdogana una legge di bilancio poco coraggiosa, senza considerare che oggi il vero tessuto economico trainante sono le piccole e medie imprese.

In quest’ottica, ad esempio, invece di incentivare i regimi fiscali forfetari e minimi, che tante partite iva avevano fatto nascere facendo emergere da Nero molte attività, li ridimensiona fortemente ponendo paletti e onerosa burocrazia a loro carico.

Spiace dirlo ma si prospetta un 2020 dove, presumibilmente, non ci sarà alcuna decisa ripresa e nella stagnazione politica ed economica attuale, continueremo a lamentare difficoltà.

Dunque facciamoci gli auguri, ne abbiamo davvero bisogno.

Tags: , , ,