Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

 
Direttore: Vincenzo Di Guida

RSS Feed

19 Settembre 2019

Ischia, tra terme, mare e buon cibo


Ischia è un’isola italiana appartenente all’arcipelago delle isole Flegree, della città di Napoli a poca distanza dalle isole di Procida e Vivara, nel mar Tirreno ed è la terza più popolosa isola italiana, dopo la Sicilia e la Sardegna.

La natura vulcanica dell’isola rende Ischia uno dei maggiori centri termali d’Europa. Le acque termali ischitane sono alcaline e sono un rimedio curativo per numerose patologie. Il clima e la straordinaria varietà della vegetazione isolana,completano inoltre i benefici delle cure.

Il turismo si è sviluppato rapidamente ed è diventato recentemente la principale risorsa economica dell’isola. Il porto d’Ischia è uno dei più protetti, grazie alla sua insenatura di lago vulcanico, ed opera principalmente come porto commerciale.

I Giardini Poseidon a Forio, sono il più famoso parco termale di Ischia e in tutto il mondo per le sue terme e i suoi giardini che si trovano alla fine della baia di Citara. Questi giardini sono tra i più belli e grandi d’Europa. Il costo, si aggira sui 30 euro a persona, ma ne valgono la pena. All’interno c’è di tutto: piscine con varie temperature, saune naturali, docce cervicali, attrezzatissimi centri benessere (massaggi e fanghi si pagano a parte), ristoranti à la carte e self service.
All’interno del parco c’è anche un lido attrezzato a completa disposizione dei clienti. In qualsiasi momento si può decidere di alternare le cure termali con un tuffo a mare.

L’elevata temperatura delle acque termali, potrebbero avere possibili effetti collaterali, è bene informarsi preventivamente anche se è presente il personale specializzato..
Sull’isola, oltre il Poseidon, sono presenti due templi del benessere, il Parco Negombo (Lacco Ameno) e il Parco Castiglione (Casamicciola Terme), che hanno la fama di essere le migliori.
Nella baia di Cartaromana (Ischia) ci sono delle polle di acqua calda termale e i fondali sono ricchi di Poseidonia(Posidonia Oceanica), una pianta acquatica, endemica del Mediterraneo, fondamentale per l’ecosistema marino.

Sant’Angelo, la “piccola Capri” dell’isola d’Ischia, è invece un antico borgo di pescatori che si trova nella parte meridionale dell’isola (Serrara Fontana) ed è, insieme ad Ischia Ponte, l’altro mirabile esempio di architettura mediterranea dell’isola. Nella parte bassa c’è la piazzetta, piena di boutiques caffè, ristoranti e il porticciolo turistico. Nella parte alta, detta la Madonnella, c’è la Chiesa di San Michele Arcangelo, patrono del borgo, e un piccolo, ma assai suggestivo, cimitero.

Per una passeggiata tranquilla si può andare per il comune di Ischia, dal Porto, proseguendo per la Riva Destra, che pullula di locali, pub, ristoranti, passando per le vie dello shopping come via Roma, Corso Vittoria Colonna per giungere al caratteristico borgo di Ischia Ponte, dove ammirare la sua architettura mediterranea. Alla fine del ponte si erge il Castello Aragonese, simbolo dell’isola. All’interno c’è un comodo ascensore che risparmia le fatiche della salita e porta fin quasi sulla vetta dell’antica fortezza, ben oltre i cento metri sul livello del mare.

Per quanto riguarda l’acquisto di gadgets e souvenir, l’offerta di Ischia è di altissimo livello. L’isola ha una secolare tradizione per la ceramica.. Molti negozi carini si trovano sui corsi di Lacco Ameno e Casamicciola Terme.
Nessun turista infine sarà deluso sotto l’aspetto enogastronomico: i piatti della cucina ischitana sono simili a quelli della regione Campania o per meglio dire mediterranea, quella più apprezzata nel mondo per la delicatezza dei suoi sapori ed odori; infatti l’isola d’Ischia si colloca perfettamente in questa realtà alimentare.
Ad Ischia ci sono molte campagne immerse nel verde dove tanti contadini allevano conigli, galline e polli, lavorano la terra e portano sulle tavole ischitane prodotti genuini di qualità. Sull’isola infatti, si coltiva molta frutta come pesche, albicocche, mele, ciliege, fichi e in alcune zone anche i fichi d’india, agrumi come arance, limoni, mandarini e pompelmi rosa.
Quasi tutti gli abitanti del posto, vicino casa, posseggono dei piccoli orticelli dove coltivano ortaggi di primissima necessità come insalata, pomodori, patate, fave, piselli e zucchine.
Ischia offre una svariata scelta di piatti a base di pesce azzurro, frutti di mare e polipi. Negli ultimi tempi inoltre, grazie al parco marino protetto costituito per il recupero di specie ittiche in via d’estinzione nei mari della nostra isola, i pescatori intravedono effetti positivi nelle aree a loro concesse, incominciando a pescare anche le aragoste.
Nonostante la pesca rappresenti un’importante risorsa, ciò che caratterizza la cucina ischitana è il coniglio, la cui ricetta è tramandata da generazioni.
Ischia è ormai un luogo ideale per rilassarsi e vivere una bella vacanza ed è negli ultimi anni molto apprezzata dai turisti italiani e non solo!

Tags: ,