Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

 
Direttore: Vincenzo Di Guida

RSS Feed

23 Settembre 2019

Nuove agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie


Dal 2018 sono state varate nuove norme in riferimento ai lavori di ristrutturazione edilizia.
Come è ben noto fino al 31/12/2017 i lavori di ristrutturazione edilizia, non richiedevano particolari adempimenti essendo necessaria la sola presentazione della richiesta lavori al Comune oltre, quando prevista , la comunicazione alla Asl. Successivamente all’atto del pagamento andava effettuato il bonifico rispettando i modelli previsti per fruire dell’agevolazione. Nel modello di bonifico vanno inseriti i dati completi dell’azienda esecutrice i lavori i dati della fattura ed i dati del beneficiario.
L’agevolazione come noto, garantisce la possibilità del recupero in 10 anni del 50 % della somma spesa.
A questa agevolazione è sempre possibile abbinare quella prevista per l’acquisto di mobili fino ad un valore massimo di € 10.000,00, anch’essi agevolabili al 50% in 10 anni.
Con la Manovra Finanziaria del 2018, con una modifica al D.L. n. 63/2013, al fine di effettuare il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico conseguito a seguito della realizzazione degli interventi di ristrutturazione edilizia , si è fatto un passo indietro in termini di semplificazione, prevedendo anche per i lavori di ristrutturazione la necessità di inviare a fine lavori la pratica all’Enea.
Pertanto così come previsto per le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, dal 2019 scatteranno i primi invii telematici all’Enea con le informazioni sugli interventi terminati nel 2018 che accedono alle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili.
L’invio della pratica deve essere effettuato entro 90 giorni dal collaudo o di ultimazione dei lavori. A causa di un ritardo per l’approntamento del software per rendere il sito operativo per questo adempimento, è stato stabilito che la data di partenza per il calcolo dei 90 giorni non dovesse essere quella di ultimazione ma quella di completamento del sito, avvenuta solo a novembre 2018, ovvero 11 mesi dopo la validazione della norma, e pertanto per tutti i lavori terminati (o il cui collaudo è effettuato) tra il 01/01/2018 ed il 21/11/2018 il termine dei 90 giorni decorre dal 21/11/2018. Per questi lavori, la comunicazione all’Enea dovrà essere inviata entro il 19 febbraio 2019.
Ricordiamo che l’invio della documentazione all’Enea va effettuato attraverso il sito http://ristrutturazioni2018.enea.it

Tags: , , , ,