La “Scienza della Vanvitelli” a Città della Scienza


Nella giornata di ieri (NDR: sabato 24 febbraio) lo staff della Dietetica e Medicina dello Sport diretta dal professore Marcellino Monda (NDR: il secondo da sx nella foto grande a corredo di questo articolo), struttura dell’Università “Vanvitelli” di Napoli, ha effettuato valutazioni antropometriche e ha somministrato questionari per valutare le abitudini alimentari dei numerosi visitatori del Padiglione “Corporea” di Città della Scienza. L’Università “Vanvitelli”, in prima linea nella lotta all’obesità, ha messo in campo strategie innovative, che comprendono non solo manifestazioni divulgative come quella di ieri a Città della Scienza, ma anche il coinvolgimento del mondo industriale per creare sinergie nel campo della ricerca di base ed applicata.
Il “Pastificio Di Martino di Gragnano”, riferisce il professore Monda, “sta sostenendo le attività scientifiche della Fisiologia della Nutrizione, finanziando per tre anni un ricercatore, assunto dall’Università Vanvitelli previo regolare concorso”. Il professore Monda ha poi concluso: “Tra le attuali sfide scientifiche campeggia la necessità di provare a ridurre sensibilmente il dilagante fenomeno di obesità, che colpisce tutto il mondo occidentale ed in modo particolare la regione Campania”.
Nella nostra regione i dati sull’obesità sono allarmanti: il 47% della popolazione è in sovrappeso o francamente obeso. Ed allora, ben vengano iniziative come quella di ieri per promuovere stili di vita più salutari, in grado di curare e di prevenire le tante patologie dovute ad una cattiva alimentazione del mondo industrializzato.
Ma ben vengano anche le sinergie tra il mondo universitario e quello produttivo, come quella supportata dal “Pastificio Di Martino di Gragnano”, che consentono di portare avanti la ricerca.