Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

14 Luglio 2020

Archivi per Luglio 2017

L’uomo e l’idea dell’infinito

L’infinito ha assillato la mente umana per millenni. Comprenderlo, ridimensionarlo, scoprire se esiste in forme e dimensioni differenti e decidere se bandirlo o accoglierlo nello descrizioni dell’universo, ha costituito, costituisce e costituirà sempre una sfida, per i teologi così come per gli scienziati. E’ parte del problema o parte della soluzione? L’infinito è anche una

Colore e benessere a tavola

L’estate, si sa, è il periodo dell’anno in cui si fanno i conti con la “prova costume”. Ma è anche il momento forse maggiormente favorevole per riappropriarsi ad abitudini di vita più sane. Non alle prese con il quotidiano stress del lavoro, maggiore movimento e diete più leggere sono obiettivi alla portata di molti vacanzieri.

La lezione dietro i fatti

Proviamo a mettere insieme alcuni fatti. Primo fatto: un agente della Polstrada viene sospeso e gli viene dimezzato lo stipendio per aver filmato e messo in rete un immigrato di colore nero che viaggiava in bicicletta sull’autostrada da Torino al traforo del Fréjus. Secondo fatto: la commissione comunale di garanzia (sì, avete letto bene) del

L’ospitalità tradita

Viaggiare significa imparare e crescere, arricchire conoscenze e confermare o mutare pregresse convinzioni, espandere i confini della propria forma mentis, adeguandoli alla novità dei posti e delle situazioni, plasmandone ed estendendone  i contorni  secondo i contenuti acquisiti,  come  i lembi di un lenzuolo, stesi  fino a farli aderire perfettamente al materasso. Viaggiare vuol dire indagare sui

Ricomincia il campionato!

L’attesa si riduce, manca meno di un mese, per l’esattezza 20 giorni, alla ripresa del campionato di calcio di serie A 2017/2018. Si comincia ufficialmente il 20 agosto e si finirà il 20 maggio in vista dei mondiali russi che si disputeranno il prossimo giugno 2018. Tuttavia sono già resi noti gli anticipi dei primi

Riprendiamoci l’Italia

Scusate lo sfogo da semplicissimo cittadino di questa povera Italia, ma ancora fortemente fiero ed orgoglioso di esserlo! I fatti a cui stiamo assistendo ultimamente non possono che farmi tornare in mente le visioni con cui il nostro grandissimo Dante Alighieri dipinse il nostro Paese nella Divina Commedia: “Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza

“Tà scolastikà” (3a puntata)

Questo nome…..”Mozilla”, mi ha sempre un po’ intimorito. Un diario cartaceo puo’ essere assimilato ad Anna Frank, alle epistole di Jacopo Ortis, agli Annali degli antichi romani, ai diari domestici tenuti quotidianamente dalle bravi madri di famiglia di una volta….Anzi, forse in comune con queste ultime, ha proprio lo scopo di far quadrare il cerchio,

L’inquinamento post roghi

I recenti roghi, ovviamente tutti dolosi, che hanno interessato ampie aree di macchia mediterranea, hanno posto sotto la lente di ingrandimento della opinione pubblica due aspetti salienti. Il primo è quello della inadeguatezza delle risorse destinate alla prevenzione di tali crimini e, a disastri iniziati, alla gestione della fase dell’emergenza. Inutile ripetere quanto telegiornali e

Un ritiro tutto azzurro

In calce all’articolo numerose foto, tutte in esclusiva per WeeklyMagazine! —————————————————————— A circa 800 mt. dal livello del mare, nella Val di Sole, un delizioso paesino di montagna ospita per 20 giorni, fino al 25 luglio, il ritiro della s.s.c. Napoli e per gli stessi giorni diventa un punto azzurro tra le Dolomiti del Brenta.

Impressioni napoletane

Secondo il tabloid d’oltremanica The Sun, vivere a Napoli è come vivere a Grozny, girare per  le strade del nostro capoluogo è la stessa cosa che districarsi tra quelle di Karachi, Napoli è esclusivamente una sorta di favela sul golfo, un avamposto dell’inferno costellato di pericoli e pericolosi, un coacervo di brutture di ogni  risma  che non

Gocce di Chioggia su di noi

E’ sempre difficile parlare di avvenimenti legati alla propaganda (di qualsiasi tipo) senza cadere nella trappola di fare a nostra volta propaganda. Come si fa, ad esempio, a discutere di religione senza esprimere pareri – favorevoli o contrari, non importa – che finirebbero comunque per mostrare uno schieramento a favore o contro la religione stessa?

Invasione! (2a parte)

Siamo consapevoli del fatto che l’integrazione degli immigrati che arrivano da noi è un processo che richiede del tempo e comporta dei costi”. Così nella sua relazione annuale il presidente Inps Tito Boeri. “È anche vero che ci sono delle differenze socio-culturali che devono essere affrontate e gestite e che l’immigrazione, quando mal gestita, può

L’utopia di Tommaso Moro

Gli studi di storia culturale, in Italia, sono sempre stati orientati verso i problemi della civiltà europea. Pertanto, movimenti di pensiero, di religione o politici hanno, nel tempo, condizionato le ideologie, gli atteggiamenti e la vita delle grandi menti italiane. “L’Utopia”, ad esempio, romanzo in latino aulico pubblicato nel 1516, l’opera più famosa di Thomas

Vesuvio: lo sterminatore messo al rogo

Diciamolo subito: il Vesuvio, bruciato dalle fiamme e avvolto da nuvole di fumo apocalittico, fa male e indigna. Vedere il manto di verde variegato della pineta, piantata tra il 1939 ed il 1942 dalla Milizia forestale e dell’intero Parco Nazionale, nato nel 1995 e scrigno di veri e propri tesori minerari, floreali, faunistici ed enogastronomici

Lo Stato piromane

La Campania, un tempo felix, è nuovamente la terra dei fuochi. Il parco del Vesuvio è in fiamme. Colpa della mano dell’uomo. Non esiste difatti, salvo particolarissimi casi, l’autocombustione. Basti pensare che il legno, la carta e tutti i materiali simili a loro, iniziano a bruciare intorno ai 300 gradi centigradi per comprendere come, anche

Invasione!

Ci stanno invadendo. Ormai dovrebbe esser chiaro anche ai buonisti più ingenui.E, per indorare la pillola, è tutto un fiorire di bugie e di luoghi comuni, volti non soltanto a convincerci che la cosa è inevitabile, ma che è addirittura positiva e utile per noi. In altre parole, vogliono che il popolo italiano sia cornuto

Movida querida

Incontrarsi, vedersi per stare un po’ insieme, magari bevendo qualcosa, chiacchierando amabilmente con un sottofondo musicale adatto a cullare le parole e gli sguardi è un passatempo che tutti, tempo permettendo, ci siamo concessi. Da qualche anno a questa parte tali atteggiamenti si sono esasperati: la musica di sottofondo è diventata assordante, il drink di

Primo Carnera: un mito italiano

Il Gigante buono si è addormentato mezzo secolo fa, il 29 giugno del 1967, a Sequals, in provincia di Pordenone, ma la memoria delle sue imprese non si è mai persa. Perché quello di Carnera è un mito che resiste al mutare delle stagioni, al declino della boxe, allo sbiadirsi dei suoi protagonisti. Campione del

Che guaio la RAI

Se ne è già parlato tanto, ma ritengo sia il caso di tornare sul caso Fazio-RAI, ora che il putiferio mediatico si è un po’ calmato, perché il contratto milionario del sinistro personaggio è cosa da far tremare i polsi al più prodigo dei figli del sultano del Brunei. I fatti sono noti: la Rai

Satira construens

La satira, in un lontano passato relegata quasi  esclusivamente nei riquadri  delle vignette pubblicate sulle pagine di quotidiani e periodici e in qualche spettacolino ritenuto sovversivo dell’ordine pubblico, va, oggi, particolarmente di moda ed è divenuta , ormai già da qualche anno, ingrediente irrinunciabile di svariate trasmissioni televisive e radiofoniche, in cui  conduttori e giornalisti rivestono

“Tà scolastikà” (2a puntata)

Il registeo (quasi) on line. Personaggi: Z = Prof.ssa oggi sicuramente cacografica, un tempo (forse ) solo disordinatissima o aspirante medico. Fun- zione strumentale per la comunicazione a scuola. Giudice = diventato tale per la legge del contrappasso della sua infanzia. ————————– 29, 30, 31 agosto : la scrittura della prof.ssa Z ha di nuovo

L’onorevole compromesso

Questo è quanto pensa il nostro premier Paolo Gentiloni rientrando dal G20 di Amburgo. “L’Italia”, ha detto, “ha raggiunto un onorevole compromesso”. Ma di che parla Signor Presidente? Si è discusso essenzialmente di migranti ma non si è raggiunta alcuna soluzione pratica e, soprattutto, l’Italia continua a rimanere sola nell’affrontare questo enorme problema. L’Europa, unita

W la fica!

Giorni fa durante il gay pride un noto imprenditore di Latina ha esposto uno striscione con su scritto w la fica , subito sono intervenuti i carabinieri che ahimè sono mal guidati, con tutta la feccia che gira per strada il primo pensiero è stato quello di far rimuovere uno striscione che racchiude il pensiero

Maradona è ancora il Re di Napoli

Se nel nostro paese fosse vigente la monarchia come forma di governo, e questa fosse nominata a suffragio universale, ebbene, potremmo tranquillamente affermare che il 5 luglio 2017 i cittadini napoletani, a furor di popolo, avrebbero proclamato Diego Armando Maradona Re di Napoli. Ma non potendo arrivare a tanto, il sindaco Luigi De Magistris, interpretando

Le idee costano care

Doddore Meloni è morto. Il combattente di mille battaglie per l’indipendenza della sua terra è stato alla fine fermato da magistrati senza scrupoli, senza cuore né dignità. Doddore, al secolo Salvatore Meloni, aveva 74 anni ed è stato il più famoso irredentista sardo degli ultimi cinquant’anni. La sua morte, avvenuta all’ospedale Santissima Trinità di Cagliari

Italia porto sicuro

Tanti. Troppi. Scomodi. Sono 98.185 gli immigrati approdati sulle coste del Mediterraneo dal gennaio scorso. Di questi, secondo i dati riportati da Unhcr e disponibili sul suo sito web (*), 84.885 sono sbarcati in Italia, 9.461 in Grecia e 6.411 in Spagna. Nella traversata hanno perso la vita o sono andate disperse 2.306 persone. Quanto

Ragazzi senza paidéia

Anche le strade da cartolina del lungomare di Napoli sono diventate, da qualche giorno, la pista lungo la quale torme  di ragazzini prepotenti e incivili, provenienti dalle periferie urbane e dai quartieri a ridosso delle vie centrali, sfogano i loro istinti da bulli contro chiunque non trovino di proprio gradimento. Si  va dall’aggressione verbale, agli

Dal bunga bunga al banga banga

È passato il tempo del BUNGA BUNGA. Adesso siamo nell’epoca del BANGA BANGA. La terra nella quale siamo nati e viviamo con i nostri figli, da sempre ha subito, inglobandoli, gli arrivi di altre genie ma rispetto al passato si assiste ad una graduale mancanza della tacita accettazione della pluralità etnica, terreno fecondo di opinioni

Un’intesa scandalosa

E poi dicono che non esistono i poteri forti. Chi è stato l’ultimo a dirlo? Ah già, Mario Monti. Ossia un convinto keynesiano diventato senatore grazie al voto popolare, il quale ha sempre propugnato la diminuzione delle tasse per i ceti più deboli e la conseguente maggior tassazione per gli istituti bancari, opponendosi strenuamente all’applicazione

Elettricità: dal 1 luglio scattano gli aumenti

Dal primo luglio entrano in vigore le nuove tariffe per luce e gas per il trimestre estivo (da luglio a settembre). Lo ha comunicato poche ore fa l’Autorità per l’Energia giustificando gli aumenti, di circa il 2,8%, in conseguenza della maggiore richiesta stagionale della corrente dovuta, essenzialmente, ai condizionatori che i consumatori accenderanno per combattere

“Tà scolastikà” (1a puntata)

…ovvero le avventure di un registro di classe cartaceo nell’era dell’on line. 28 agosto 2017: (a dire il vero, non so come abbia io saputo che siamo al 28 agosto, ma, in seguito risulterò non sbagliare mai). Fra qualche giorno, qualcuno lo scriverà a metà della mia prima pagina bianca divisa in giorni, come deciso