Vai a…

WeeklyMagazine

settimanale di fatti, notizie, cultura

RSS Feed

28 Ottobre 2020

Disastro a Pianura (Napoli): crolla ponteggio su strada trafficata


In esclusiva per weeklymagazine articolo e foto del crollo.

Si è sfiorata la tragedia nel popoloso quartiere di Pianura (Napoli) quando, nelle prime ore della sera di ieri 26 giugno, è crollato un ponteggio in via Provinciale all’altezza del civico 24.
Il ponteggio sembra che sia rovinato sulla pubblica via a causa di un cornicione (si vede bene nell’immagine del fabbricato prima che fossero intrapresi i lavori di restauro attualmente in essere) che si è ribaltato su di esso, forse non più trattenuto dai retrostanti solai che ne erano il contrappeso.
Solo per miracolo nessun passante era in quel momento nella zona del ribaltamento e i danni, considerato anche che al piano terra vi è un locale pizzeria, sono solo materiali e costituiti da svariate automobili parcheggiate al margine della carreggiata che sono rimaste schiacciate.
Il Presidente della nona municipalità avv. Lorenzo Giannalavigna, prontamente accorso sul luogo del disastro come Carabinieri e Vigili del Fuoco, ha commentato che il magistrato è già all’opera per acquisire tutte le informazioni sui lavori in essere.
Sembra, a tal proposito, che la ditta esecutrice avesse subappaltato parte dei lavori e, comunque, che non fosse proprietaria dell’andito.
Insomma, se si dovesse appurare che le cose davvero sono andate così, un classico problema di responsabilità delegate o condivise, sicuramente ora rimpallate, tra appaltatore, subappaltatori e ditta dei ponteggi.
Sia come sia, sarà ora compito del giudice inquirente stabilire se tutto fosse in regola in ordine ai titoli edilizi occorrenti per la portata di tali lavori, la sicurezza in cantiere, la correttezza delle procedure di esecuzione dei lavori relative alle opere in essere nonché il coordinamento delle ditte operanti.
Non è difficile ipotizzare che iscriverà sul registro degli indagati, l’imprenditore, il direttore dei lavori nonché il coordinatore della sicurezza cui erano stati affidate le opere. Un problema, quello della sicurezza dei cantieri edili (e, in generale, sul lavoro), oramai annoso che torna alla ribalta solo quando avviene qualche disastro. Le leggi, dicono gli esperti, ci sono ma i controlli ancora insufficienti per carenza di personale negli Organi Ispettivi e per una promozione della cultura della sicurezza poco supportata dallo Stato. Accadono meno incidenti di quanti dovrebbero avvenire solo perché lassù qualche santo ci mette la mano.
E, difatti, solo un miracolo ha fortunatamente scongiurato morti e feriti poche ore fa a Pianura visto che la strada di via Provinciale, specie all’orario in cui è avvenuto il crollo, è solitamente un’arteria molto trafficata del quartiere.